Home News Golpe in Niger. Il Csrd diffonde manifesto programmatico

Golpe in Niger. Il Csrd diffonde manifesto programmatico

0
36

Il Consiglio Supremo per la Restaurazione della Democrazia (Csrd), la giunta che la settimana scorsa ha condotto il golpe militare con cui è stato deposto il presidente nigerino Mamadou Tandja, ha diffuso il suo manifesto programmatico. La "riconferma dell'attaccamento (del Niger) ai principi dello Stato di diritto e della democrazia pluralista" è il primo dei 21 enunciati del manifesto, la cui funzione è quella di "organizzare i poteri pubblici durante il periodo di transizione".

Nel documento, firmato dal nuovo presidente ad interim, il comandante Salou Djibo, la giunta assicura la "preservazione dell'unità nazionale e della coesione sociale", garantendo a tutti "uguaglianza di fronte alla legge, senza distinzione di sesso, origine sociale, razziale, etnica o religiosa". Il manifesto precisa che il Csrd "è investito dei poteri legislativo ed esecutivo fino alla creazione di nuove istituzioni democratiche". Tra i poteri del presidente della giunta, quello di nominare il primo ministro e gli altri membri del governo di transizione, ma anche i componenti della Corte di Stato, che sostituirà la Corte Suprema, quelli del Comitato Costituzionale e dell'Osservatorio nazionale della Comunicazione, che sostituirà il Consiglio superiore della Comunicazione.

Il 19 febbraio le truppe guidate dal maggiore dell’esercito del Niger Adamou Harouna, hanno assediato il palazzo presidenziale e imprigionato il presidente Mamadou Tandja. In seguito, i soldati hanno dichiarato nulla la Costituzione ed esautorato l’intero esecutivo. Da qualche mese, la tensione politica interna era aumentata, raggiungendo l’apice con il sopraggiungere della scadenza del mandato del capo dello stato.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here