Grillo a Genova: tormentone Napolitano

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Grillo a Genova: tormentone Napolitano

Grillo a Genova: tormentone Napolitano

01 Dicembre 2013

Beppe Grillo sta parlando proprio ora in piazza della Vittoria a Genova, nel terzo V-Day, anzi, come lo ha definito il Leader del M5S "Oltre V-Day", e ha lanciato le dieci proposte del Movimento e la sua candidatura alle Europee così come aveva preannunciato sul suo blog: "Vogliamo vincere le prossime elezioni, a iniziare da quelle europee. La prossima volta per impedirci di andare al governo dovranno mandare i carri armati". Grillo, dal palco di Piazza della Vittoria ha lanciato i suoi punti programmatici: "Vogliamo un referendum per rimanere o dentro o fuori l’euro, perchè siamo stati truffati, quando siamo entrati dentro non ci hanno detto niente. Dieci Paesi sono fuori dall’euro e vanno abbastanza bene, non sono a rischio default. Non dobbiamo parlare con la Merkel, ma dobbiamo parlare con Grecia, Spagna, Portogallo, Francia, i Paesi del Mediterraneo, andare lì e dire c’è lo date ad una velocita diversa con il 20 per cento di svalutazione. Ma non accetteranno mai". Grillo attacca poi "questi economisti della Bocconi che sono la rovina di questo Paese, che non ne azzeccano una da 50 anni. Basta con il fiscal compact, basta il pareggio di bilancio, abbiamo perso la sovranità monetaria, la sovranità economica". Poi ha ripreso l’attacco verso il suo principale nemico, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: "E’ pronto l’impeachment per Napolitano. Rimarrai da solo, la tradirai da solo l’Italia, dobbiamo rifare il Paese".