Grillo, uomo dell’anno falso interprete Mandela. “Vita e’ scenografia”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Grillo, uomo dell’anno falso interprete Mandela. “Vita e’ scenografia”

01 Gennaio 2014

Per Beppe Grillo l’uomo dell’anno e’ Thamsanqua Jantljie, lo pseudo interprete per sordi divenuto protagonista a parte dei funerali di Nelson Mandela. Ricorderete la storia dello schizofrenico che aveva mimato parole inesistenti per i non udenti durante le celebrazioni del leader sudafricani nello stadio di Soweto, ebbene, per Grillo e’ l’esempio di un mondo dove "tutto quello che vedete e’ falso o forse vero ma ormai non importa a nessuno. La vita e’ diventata pura scenografia". Da qui la corona di uomo dell’anno al falso interprete. Ma non tutti i i commentatori del blog di Beppe Grillo hanno gradito il post, per esempio ricordando che si sta ironizzando su una persona ammalata di schizofrenia. Per altri, il post e’ sintomo di un Grillo che inizia a sragionare.