Il centro destra non vince. Stravince

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Il centro destra non vince. Stravince

28 Maggio 2007

Comunque
la si metta, il centrodestra non ha vinto le elezioni. Le ha stravinte. Se si
considerano le città più significative, si deve ammettere che la Casa delle
Libertà vince a Verona e conquista uno storico ballottaggio a Genova provincia.
Se si considerano le città conquistate, non si potrà negare che il centrodestra
vince a Monza, Asti, Alessandria, Gorizia e Verona, precedentemente governate
dalla sinistra. Se si fa un computo complessivo dei comuni capoluogo, la Casa
delle Libertà governava in 17 città e la sinistra in 12. Dopo questo primo
turno amministrativo, il centrodestra già è certo di governare in 16 città, la
sinistra al più vince in 7, mentre 6 sono le città che vanno al ballottaggio.
Anche nei comuni non capoluogo di provincia superiori a 15mila abitanti si
profila una storica vittoria in luoghi di grande importanza, come Alghero,
Marsala, Palmi, Battipaglia, Canosa, Borgomanero, Domodossola e Crema.

Se poi si guardano le
percentuali (che rimane il discorso più serio) si scoprirà che il centrodestra
ha guadagnato circa il 10% dei voti rispetto alle scorse elezioni
amministrative. Per non affogare, la sinistra si aggrappa a L’Aquila e ad
Agrigento, laddove peraltro le liste della Casa delle Libertà sono arrivate al
70%.

Se infine si volesse considerare la fascia produttiva del paese, il risultato è unanime: tra le città capoluogo di Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli, il centrosinistra si afferma solo a Cuneo. Dove Totò faceva il militare.%3Cbr />