Home News Il governo Prodi vuole la fine dei Blog e della rete

Il governo Prodi vuole la fine dei Blog e della rete

1
40

La legge Prodi-Levi intende creare un controllo burocratico nei confronti di chiunque pubblichi un sito o un blog online, anche senza fini di lucro: “sarebbe la fine di internet in Italia”, dice Beppe Grillo, che sarebbe costretto “a trasferirsi in un paese democratico”.

Ecco come il comico genovese spiega la nuova proposta di legge-censura su internet: “ Palazzo Chigi ha approvato un testo per tappare la bocca a internet e nessun ministro in Cdm si è dissociato. La prova? La legge Prodi-Levi prevede che chiunque abbia un sito debba metterlo sul Roc dell’autorità delle comunicazioni, produrre certificati e pagare soldi anche se non lo fa a fini di lucro. Il 99 per cento del blog chiuderebbe. Il restante 1% risponderebbe, in caso di reato, di omesso controllo e incapperebbe negli articoli 57 e 57 bis del codice penale. In pratica, galera sicura. Se questa legge passa, sarà la fine della Rete in Italia. Io sarò costretto a trasferirmi in un Paese democratico”.

Risponde Ricardo Franco Levi: “Noi vogliamo creare le condizioni per un mercato libero, aperto e organizzato. Censure? Controlli dall’alto? Macché. Infatti il testo prevede l’abolizione della registrazione presso i tribunali, fino ad oggi obbligatoria per qualsiasi pubblicazione, e sostituirla con una più semplice notifica presso il registro degli operatori della comunicazione tenuto dall’Agicom”.

Si scatenano intanto gli utenti del sito “Beppe-Grillo.it” che hanno postato migliaia di commenti sull'argomento, ne riportiamo di seguito alcuni.

-“La migliore risposta possibile è fare causa ai responsabili dei maxi danni che dovremo pagare(3MLD di euro) noi perché il parlamento si ostina a mantenere rete 4 in chiaro!

FACCIAMO CAUSA AI PARLAMENTARI CHE COSTITUISCONO IL PARLAMENTO!

NOI ELETTORI NON AVEVAMO LA POSSIBILITà DI SCEGLIRE CHI ORA CI RAPPRESENTA! NON POSSIAMO E NON DOBBIAMO PAGARE PER LORO!

SE CI SONO AVVOCATI CHE RITENGONO FATTIBILE UNA CAUSA DI QUESTO TIPO E CHE HANNO LE PALLE PER NON FARSI COMPRARE FATEVI AVANTI!

SE CI SONO PERSONE D'ACCORDO CON ME FACCIAMO UNA BELLA RACCOLTA FONDI E ANDIAMO FINO IN FONDO!

NON PROSEGUIAMO A NASCONDERCI DIETRO L'ANONIMITà MA LOTTIAMO PER LE GIUSTE CAUSE!”

-Che io sia maledetto se tornerò a votarli.

-Bravi! Bravi 3 milioni di pecoroni che sono andati alle primarie a rendere omaggio a questi 4 sciacalli!

Adesso avremo il benservito.

Che popolo di pecoroni!

Bah

-“Reporter senza frontiere”: l’Italia nella classifica sulla libertà di informazione è solo al 35 posto nel mondo, collocata tra Bosnia Erzegovina e Macedonia e dietro a tutti i Paesi del vecchio continente...

Si può proprio dire che ... siamo alla frutta ! :))

-SCOMMETTIAMO

che stasera i tg rai non daranno notizia di questo fatto ?

Riparleremo poi della questione se la Rai é solo uno strumento del Governo del momento o se é realmente un organo di informazione imparziale. Di sicuro, questa notizia non sta passando inosservata, ergo non potranno dirci che non ne hanno parlato perché "non rilevante" o cose del genere.

  •  
  •  

1 COMMENT

  1. Siamo veramente disperati
    Roba da film demenziale.

    O da terzo mondo.

    In ogni caso non temete troppo, una follia del genere non passerà in Parlamento.

    Mi auguro solo che non ne tirino fuori una delle loro fastidiose tasse.

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here