Home News Il Pd cerca di ricucire con i radicali infuriati per le liste

Il Pd cerca di ricucire con i radicali infuriati per le liste

0
16

Posizioni sicure. Questa è la risposta che arriva dal loft sulle posizioni in lista dei nove radicali entrati nel Pd.

"Non ce n'è nemmeno uno in 'fascia gialla'", dice uno degli sherpa delle candidature intendendo le zone border line dove si rischia di restare fuori dal Parlamento.

Ma i radicali contestano la blindatura di almeno quattro dei nove posti.

Queste le posizioni in lista considerate sicure anche dai radicali: Emma Bonino è capolista al Senato in Piemonte, Maurizio Turco è terzo a Lombardia 3 (Camera), Marco Beltrandi è quindicesimo in Emilia alla Camera, Rita Bernardini è quarta in Sicilia 2 (Camera), Donatella Poretti è sesta in Puglia al Senato. Molto meno garantite le posizioni, sempre secondo il partito di Marco Pannella, di Elisabetta Zamparuti al terzo posto in Basilicata alla Camera (nel testo diffuso ieri, dopo il coordinamento, c'era un refuso e il cognome dell'esponente racidale era diventato Zamparetti), Matteo Mecacci quinto a Lazio 2 Camera dove nbella scorsa legislatura si elessero quattro deputati con il premio di maggioranza, Maria Farina Coscioni quinta in Friuli alla Camera e Marco Perduca ottavo in Toscana al Senato A Via di Torre Argentina, intanto, è riunito lo stato maggiore dei radicali.

I radicali non considerano "sicuri" almeno quattro dei nove posti che sono stati assegnati alla loro pattuglia.

Chiuse le liste, l'attacco frontale al leader Veltroni era arrivato in mattinata  da Emma Bonino, che aveva minacciato di non candidarsi in segno di protesta per il non mantenimento dei patti.

"Ieri sera era stata data scritta a mano la lista dei candidati radicali ed emerge chiaramente che la proposta de loro fatta dei nove eletti non è mantenuta", ha detto il ministro per le Politiche Comunitarie, nel filo diretto a Radio Radicale riguardo alle liste dei candidati rese note ieri dal Partito Democratico.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here