La crisi di Governo

Il Senato boccia la proposta della Lega: ecco la maggioranza Pd-M5S

0
1758

Il Senato ha respinto le proposte di votare domani la mozione di fiducia contro Conte. Il premier sarà in Aula il 20 agosto alle 15. Il no alla mozione è arrivato con i voti di Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Lega battuta. Salvini intanto smonta ai 5 Stelle la carta del taglio dei parlamentari: «Anche con il taglio dei parlamentari si può votare entro ottobre con la legge attuale: non c’è nessun problema, lo dice l’articolo 4 della riforma stessa. Il taglio entra in vigore nella legislatura successiva».

‘Come sono lontani i riti della politica dal Paese reale con l’idea che non si debbano disturbare i poveri parlamentari a ferragosto’, ha detto Matteo Salvini in Aula. ‘Non capisco visto che per bocca del senatore Renzi avete già vinto tutta questa agitazione nervosismo, maleducazione’. E ancora: ‘Invidio un po’ alcune abbronzature… L’Italia vuole avere certezze e cosa di più bello, democratico, trasparente, lineare, dignitoso che dare la parola al popolo. Cosa c’è di più bello. Non capisco la paura, il terrore, la disperazione’.
‘Capisco il terrore da parte del senatore Renzi, comprensibilissimo: perché sa che con i disastri che ha fatto gli italiani lo mandano a casa immediatamente quindi piuttosto che lasciare la poltrona sta qua col Vinavil. Il bello è che saremmo noi gli antidemocratici e i fascisti che non vogliono andare alle elezioni e non vogliono far parlare la gente…’, ha aggiunto.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here