Immigrazione, in Svezia e Danimarca tornano controlli a frontiere

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Immigrazione, in Svezia e Danimarca tornano controlli a frontiere

04 Gennaio 2016

Svezia e Danimarca ripristiano i controlli alle frontiere per arginare l’immigrazione incontrollata. La Svezia, in particolare, ha reintrodotto i controlli di identità per chi arriva dalla Danimarca, nei collegamento con i traghetti e all’ingresso del ponte di Oresund che collega Copenaghen e la città svedese di Malmo. La Svezia nel 2015 ha ricevuto oltre 150.000 richieste di asilo, al primo posto in Ue, prima di Germania e Italia. Anche la Danimarca ha introdotto con effetto immediato controlli temporanei al suo confine con la Germania. Il governo tedesco non ha commentato ufficialmente la decisione danese, ma Berlino continua a spingere per una "soluzione europea" che punti al rafforzamento dei controlli delle frontiere esterne della Ue.