Home News “In arrivo il piano del Governo ma dal Carroccio basta diktat”

"Tremonti si è mosso"

“In arrivo il piano del Governo ma dal Carroccio basta diktat”

Presidente quagliariello, ci mancava solo la P4...

Confesso un pregiudizio negativo per le inchieste che hanno un titolo che rimanda a un teorema. E vorrei vederci chiaro anche sul reato di ‘interesse politico’ inventato dalla procura di Torino.

Cosa teme?

Che nasconda una frontiera più avanzata nel difficile rapporto tra giustizia e politica, con la prima che non sarebbe neanche più spinta ad invadere i territori della seconda, tanto li considererebbe ormai una sua diretta competenza…

Paventa un nuovo ’92?

Mai pensato che gli imputati di Tangentopoli fossero tutti dei santi, ma credo sia acquisito che le due parti politiche abbiano avuto trattamenti diversi. Persino i democristiani di sinistra sono stati toccati meno di quelli di destra. Ecco, vedo che a Catania si applica al caso del governatore Lombardo una filosofia diversa e più garantista di quella applicata a Torino ad un assessore del Pdl…

Nel Pdl c’è chi dice che Berlusconi abbia perso il senso della realtà

Siamo alle prese con una crisi enorme, che viene pagata da tutti i governi occidentali. Berlusconi è un leader carismatico radicato nel popolo, ma per superare la crisi occorre una forte unità d’intenti nella coalizione che lo sostiene e nei partiti che ne fanno parte.

Non si metterà anche lei ad evocare “lo spirito del ‘94”?

No, continuare a ripetere formule di 17 anni fa tipo ‘rivoluzione’ liberale’ non avrebbe alcun senso. La formula, oggi, è: stabilità e crescita. Riguarda anche l’opposizione, che non è affatto messa meglio di noi, ma spetta a chi come noi sta al governo riempirla di contenuti.

Spetta soprattutto a Tremonti, che però resiste.

Il ministro Tremonti non è rimasto immobile, negli ultimi giorni ha decisamente cambiato registro. Siamo in cammino, ma è chiaro che i tempi sono stretti:la proposta di Governo andrà chiarita prima di Pontida (domenica, ndr) e lanciata subito dopo la verifica del 22 giugno.

Sembra che a Pontida Bossi non arriverà allo strappo…

Non credo, abbiamo lo stesso metodo basato sul confronto e la ricerca di soluzioni. Ma poiché la Lega non accetta diktat, non può pensare di darli.

Sulla Libia ha sparato alto…

Tutti i paesi europei sono impegnati in politiche di rientro dal debito e i costi di missioni come quella in Libia sono in contrasto con questa esigenza, anch’essa posta dalla comunità internazionale. Se formulata nelle sedi opportune, la domanda posta dalla Lega è legittima.

Veniamo al Pdl, la nomina di Alfano non sembra aver riportato pace nel partito.

Alfano avrà una forte legittimazione e questo rilancerà il berlusconismo di gestione e del partito. Una cosa dovrà cambiare…

Cosa?

Il bipolarismo italiano è nato tollerando che nel giardino di casa si costruissero alcune dependance.. ecco, questo non sarà più accettato: o si sta dentro la casa comune o si sta fuori.

Miccichè starà fuori?

Miccichè e il suo movimento, Forza del Suda, staranno fuori.

Mentre Alemanno…

Spero e credo che intenda stare dentro.

(Tratto da QN)

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here