In “Grace di Monaco” c’è poca realtà e troppa fantasia

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

In “Grace di Monaco” c’è poca realtà e troppa fantasia

25 Gennaio 2014

 "Grace di Monaco", il film su Grace Kelly che ha fatto tanto arrabbiare i Grimaldi, apre il Festival di Cannes. Nicole Kidman interpreta la parte della bella Grace, Tim Roth quella del principe Ranieri. Il film parteciperà fuori concorso alla kermesse. Lo vedremo nei cinema italiani dal 15 maggio. Secondo i figli di Grace, il film e’ solo "pura finzione", non solo la storia e’ "inutilmente glamour", ma contiene anche "imprecisioni e scene completamente inventate". Intanto è’ guerra anche tra regista e produttore del film, la data di uscita negli USA non è neppure stata definita. Secondo il regista francese, Olivier Dahan,la sua "versione di autore" del film e’ stata tradita dal produttore americano. Storicamente, il film si concentra su un periodo specifico della vita di Grace Kelly, all’inizio degli anni sessanta, quando il principe Ranieri litigava con il generale francese De Gaulle su questioni fiscali e la principessa Grace declinava un invito a girare un nuovo film di Alfred Hitckok.