Home News In Molise l’Assemblea generale dell’Euroregione adriatica

L'Occidentale Molise

In Molise l’Assemblea generale dell’Euroregione adriatica

0
5

Un appuntamento istituzionale di altissimo profilo che pone il Molise come punto di collegamento tra i territori dell’Adriatico, l’Italia e l’Europa. La città di Campobasso ospita per la prima volta i lavori della sesta Assemblea generale dell’Euroregione adriatica, organismo nato cinque anni fa a Pola, nella penisola d’Istria, che comprende 25 tra Regioni ed Enti locali appartenenti ai sei Stati che si affacciano sul bacino adriatico, con una popolazione complessiva di 20 milioni di abitanti.

La due giorni è iniziata ieri pomeriggio, nella sala congressi dell’Hotel Centrum Palace. Alle 18 si è riunito il Comitato esecutivo dell’Euroregione, mentre già prima, alle 16, si era svolto il convegno “Il ruolo della pubblica amministrazione e i nuovi modelli di governance nelle strategie Macro-regionali dell’Unione Europea”. Ad aprire i lavori Ivan Jakovcic e Michele Iorio, rispettivamente presidente e vice presidente dell’Euroregione. Marga Prohl, direttore generale Eipa (Istituto europeo per la pubblica amministrazione), ha parlato dell’esperienza dell’Istituto nel processo di interazione regionale europea, mentre Antonio Francioni, direttore generale della Regione Molise, si è soffermato sui “nuovi modelli di goverance e le sfide dell’Amministrazione regionale”. Le conclusioni sono state affidate al ministro per l’Attuazione del Programma di Governo, Gianfranco Rotondi, che ha parlato del supporto del Governo italiano alle nuove sfide dell’amministrazione regionale.

Sono 43 i partecipanti alla Conferenza. Per le regioni italiane sono presenti i governatori Michele Iorio (Molise), Nichi Vendola (Puglia), Giovanni Chiodi (Abruzzo), Gian Mario Spacca (Marche), Luca Zaia (Veneto), Vasco Errani (Emilia Romagna) e Renzo Tondo (Friuli Venezia Giulia). Partecipano, inoltre, i presidenti di varie regioni della Croazia, Albania, Montenegro, Bosnia, Grecia, Slovenia con i rispettivi ministri degli esteri e diplomatici, oltre ai rappresentanti della Repubblica di San Marino. Presenze importanti anche dal Consiglio d’Europa, dalla Commissione europea, dal Parlamento europeo e da altri enti e associazioni nazionali ed internazionali.

Durante la prima giornata di lavori è stato presentato ufficialmente il “Centro regionale di formazione e di assistenza tecnica per l’Euroregione Adriatica”. Si tratta di una struttura per l’alta formazione in ambito europeo di funzionari e amministratori. La sede è stata individuata proprio in Molise nel palazzo dell’ex Gil di Campobasso, di proprietà della Regione.

Oggi, invece, l’Assemblea generale dell’Euroregione entra nel vivo. I lavori si spostano nella sede del convitto Mario Pagano a Campobasso. Si dovrà eleggere il nuovo presidente e gli altri organi istituzionali. L’attuale vice presidente dell’Euroregione, Michele Iorio, è tra i favoriti alla guida dell’Organismo. Anche oggi saranno presenti i massimi esponenti delle Regioni e degli Enti locali che fanno parte dell’Euroregione, oltre ai rappresentanti dei Governi e delle strutture diplomatiche degli Stati che affacciano sull’Adriatico. Alle 11.30, infine, è in programma l’ultima tavola rotonda della due giorni. Il tema è “La strategia Adriatico-Ionico sul percorso dell’integrazione Europea”.

L’aver portato in Molise l’Assemblea dell’Euroregione rappresenta un successo politico del Governo locale di centro destra e dello stesso presidente Michele Iorio, che con questo appuntamento si gioca anche una carta importante in vista delle prossime elezioni regionali di novembre. La credibilità del Molise, inoltre, risulta rafforzata sia a livello italiano che europeo anche per l’istituzione a Campobasso del Centro di formazione per l’Euroregione Adriatica.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here