Home News INPS: un click non è di trop!

Il caso

INPS: un click non è di trop!

0
10

Avevano smentito che per gli autonomi e partite Iva sarebbe stato organizzato un “click day” solo perché, avendo poca dimestichezza con l’inglese (ed escludendo un sano moto di autarchia linguistica), in italiano le supercazzole vengono meglio: “Siccome i soldi per i 600 euro, meno del reddito di cittadinanza, non bastano per tutti e anzi basteranno per pochi, vincerà il premio chi per primo premerà il pulsante sul sito dell’Inps”.
Così almeno era fino a ieri sera, cioè a poche ore dalla decorrenza della data utile per aggiudicarsi il contentino. Quando, seppellito da una valanga di improperi, il presidente dell’istituto nazionale di previdenza si è prodotto nell’ennesima giravolta e, dopo la smentita della rettifica del chiarimento della precisazione della supercazzola precedente, ha fatto cambiare al volo le istruzioni riportate sul portale eliminando il riferimento all’”ordine cronologico di presentazione delle domande”.

Resta il fatto, però, che le risorse disponibili sono limitate. E’ scritto a chiare lettere nel decreto governativo. La nuova versione, fornita nel tentativo di rassicurare la vasta e sconfortata platea di potenziali beneficiari, è che non appena giunto a esaurimento il fondo sarà rimpinguato. Poiché però fidarsi è bene, ma considerate le scene marziane di questi giorni non fidarsi è decisamente meglio, autonomi e partite Iva hanno atteso la mezzanotte armati di mouse. E, come nelle migliori tradizioni, la ressa telematica (prevedibile, eppure evidentemente imprevista) ha fatto collassare in un batter d’occhio tanto il portale dell’Inps quanto diversi provider che forniscono servizi di posta certificata. Come se non bastasse, inoltre, il tilt ha reso accessibili in chiaro i dati sensibili presenti nelle aree riservate degli utenti dell’istituto di previdenza.
I commenti in rete non c’è bisogno di riportarli perché potete immaginarli da voi. Se ci fosse ben poco da scherzare, si tratterebbe di un pesce d’aprile perfettamente riuscito. Ritenta e sarai più fortunato. Forse.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here