Home News Intercettazioni. Pecorella: “Modificare formula per evitare eccessi”

Intercettazioni. Pecorella: “Modificare formula per evitare eccessi”

0
35

L'attuale disegno di legge sulle intercettazioni "fissa paletti troppo stringenti". Lo ha sottolineato Gaetano Pecorella (Pdl) che, questa mattina su Radio 24, ha espresso i suoi dubbi sul ddl già approvato alla Camera: "Il ddl - ha detto Pecorella - prevede che le intercettazioni possano essere compiute, salvo per i reati di terrorismo o criminalità organizzata, solo sulla base di gravi indizi di colpevolezza. Francamente le intercettazioni, che hanno una funzione di apertura delle indagini, servono proprio ad arrivare agli indizi gravi di colpevolezza. Credo dunque che questa formula vada modificata. È un pò come il pendolo: gli eccessi da una parte tendono a provocare eccessi dall'altra parte. Credo che alla fine si troverà un punto di equilibrio e il fatto che la legge sia ferma da tempo al Senato è perché evidentemente si sta rimeditando su questo aspetto".

Pecorella ha comunque invitato alla prudenza sulle intercettazioni, perché pur reputandole uno strumento essenziale per le indagini possono sottoporre i cittadini al giudizio dell’opinione pubblica che è il "tribunale più pericoloso e severo".

"A mio modo di vedere – ha continuato Pecorella - c'è una violazione nel pubblicare le intercettazioni. Io sono contrario alla sanzione penale per tutto ciò che riguarda la libertà di stampa, a parte la tutela dell'onore e della dignità delle persone. Però francamente è difficile liberarsi della gogna mediatica. Si immagini i figli di Bertolaso oggi, la moglie di Bertolaso oggi. Magari poi domani si scopre che i suoi erano normali massaggi terapeutici".

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here