Home News Iran, D’Alema: “No a nuove sanzioni. Sì a nucleare civile”

Iran, D’Alema: “No a nuove sanzioni. Sì a nucleare civile”

0
47

La possibilità che il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite infligga nuove sanzioni al regime iraniano per il suo programma nucleare “preoccupa” il ministro degli Esteri, Massimo D’Alema, che dà anche il via libera alla produzione di energia nucleare a scopi civili da parte di Teheran.

L’eventualità di nuove sanzioni “potrebbe portare in pochi anni a uno scenario peggiore di quello attuale” ha detto il titolare della Farnesina in una conferenza stampa a Pretoria con la collega sudafricana Nkosazana Dlamini Zuma, costringendo la comunità internazionale a scegliere tra due alternative “entrambe inaccettabili”: permettere che l’Iran si doti di armamenti nucleari o considerare l’ipotesi di una guerra contro la repubblica islamica.

D’Alema ha poi definito una “buona notizia” l’annuncio del direttore dell’Aiea, Mohamed ElBaradei, di un “rallentamento dell’espansione del controverso processo di arricchimento dell’uranio” avvenuta la settimana scorsa.

Questi sono segnali, secondo il ministro degli Esteri, che dimostrano come “il regime iraniano si stia aprendo a qualche opportunità negoziale” e perciò “la creazione di un forte sistema di monitoraggio è molto più importante che la sospensione dell’arricchimento dell’uranio”. D’Alema ha precisato che l’obiettivo è quello di “coinvolgere l’Iran in un vero processo negoziale, senza precondizioni”, sostenendo la produzione di energia nucleare a scopi civili.

L’Italia” ha spiegato D’Alema “è contraria a che l’Iran si doti della bomba atomica, ma sin dall’inizio è stata a favore di una soluzione negoziale e appoggia l’iniziativa europea”, guidata dall’altro rappresentante per la politica estera, Javier Solana.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here