Iran. Il governo vieta la pubblicazione di notizie sulle proteste

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Iran. Il governo vieta la pubblicazione di notizie sulle proteste

20 Ottobre 2010

Il Consiglio Supremo per la Sicurezza Nazionale dell’Iran ha vietato ai media nazionali di pubblicare notizie concernenti scioperi dei lavoratori o proteste studentesche. Lo riferisce il sito d’opposizione iraniana all’estero "Pyknet", spiegando che il Consiglio, attraverso una circolare, ha imposto ai quotidiani e alle agenzie di stampa il divieto di pubblicare tali notizie perché considerate nocive per la sicurezza nazionale.

Le autorità iraniane hanno ammonito in particolare l’agenzia d’informazione ufficiale dei lavoratori iraniani ‘Ilnà, che recentemente ha trasmesso notizie sugli scioperi dei lavoratori, ponendo l’accento sulla loro insoddisfazione per la difficile situazione economica in cui si trova il Paese.

Negli ultimi mesi in Iran si sono moltiplicati gli scioperi e le proteste dei lavoratori. Tutto questo ha suscitato interesse da parte dei media nazionali.