Iran, possibile processo contro marinai britannici

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Iran, possibile processo contro marinai britannici

31 Marzo 2007

“E’ possibile che i soldati britannici che sono entrati nelle acque iraniane siano processati per aver commesso questa azione illegale”, questo quanto ha riferito ieri sera l’ambasciatore iraniano Ansari alla televisione.
“La fase legale che riguarda questi soldati britannici è iniziata e se le accuse contro di loro saranno provate, essi saranno puniti”, aggiunge il diplomatico. Tutto questo fa pensare che un procedimento sia già iniziato, nonostante che le parole del 25 marzo del ministro degli esteri iraniano Manouchehr Mottaki, lasciassero pensare che i tempi per un’azione legale sarebbero stati più lunghi.

Intanto gli Stati Uniti fanno sapere che non ci sarà nessuno scambio fra i 15 marinai britannici fatti prigionieri dall’Iran nel Golfo e i cinque iraniani arrestati dalle forze americane a Erbil, nel nord dell’Iraq.