Iran tende la mano a  Iraq e Usa, “Insieme contro terroristi”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Iran tende la mano a Iraq e Usa, “Insieme contro terroristi”

15 Giugno 2014

Il presidente dell’Iran, Hassan Rohani, ha aperto a una potenziale alleanza con gli Stati Uniti per contrastare l’avanzata dei jihadisti dello Stato islamico dell’Iraq e del Levante (Isil) in Iraq. Parlando a Teheran, Rohani si è detto pronto a combattere i "gruppi terroristici in Iraq e da altre parti", "nella pratica e con le parole", dice la tv di stato iraniana. Rohani ha però smentito la notizia circolata nei giorni scorsi che vorrebbe già truppe iraniane in Iraq. Ma le Guardie della Rivoluzione sono mobilitate. Rohani ha spiegato di essere pronto a muoversi nell’ambito del diritto internazionale, ma per adesso il governo di Baghdad non ha chiesto assistenza all’Iran.