Iraq, successo offensiva USA a Diyala

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Iraq, successo offensiva USA a Diyala

17 Luglio 2007

Sembrano positivi gli esiti dell’offensiva militare
americana nella provincia irachena di Diyala, intrapresa lo scorso 18 giugno
con l’impiego di 10mila soldati. È quanto rende noto l’agenzia stampa “voci
dell’Iraq”.

La campagna militare, mossa contro i terroristi di al-Qaeda,
sta portando i suoi frutti: i terroristi sono infatti stati costretti ad
abbandonare la città Baaquba, rifugiandosi in alcuni villaggi remoti della zona

Conferme della notizia arrivano anche dai capi del Consiglio
di salvezza di Diyala, la milizia tribale creata per dare la caccia ad
al-Qaeda. A detta loro, negli ultimi giorni, parecchi cittadini, che erano
stati costretti a lasciare le proprie case per timore di attacchi terroristici,
stanno iniziando a rientrare. Finora i militari sarebbero riusciti ad uccidere
60 terroristi e ad arrestarne 224.

Per reazione lo Stato Islamico Iracheno, sigla dietro la
quale si nasconde al-Qaeda, ha diffuso la scorsa settimana un video nel quale
mostra propri uomini combattere contro soldati e milizie tribali in un
villaggio di Diyala, con l’intento di smentire le notizie del successo della
missione americana.