Israele colpisce la Siria per tenere a bada islamisti ed Hezbollah

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Israele colpisce la Siria per tenere a bada islamisti ed Hezbollah

04 Maggio 2013

Washington. Bombardieri israeliani hanno colpito obiettivi in Siria in un raid notturno compiuto la notte scorsa, secondo fonti americane. E’ il secondo attacco svolto quest’anno dalle forze dello Stato di Davide espressione dell’impegno militare crescente di Gerusalemme nella crisi siriana, e per impedire qualsiasi eventualità che armi siriane finiscano nelle mani di gruppi terroristi islamici. Le fonti americane non hanno fornito dettagli sull’attacco, ma sappiamo che Israele ha più volte minacciato di agire direttamente per impedire che siano soprattutto gli Hezbollah di impadronirsi di armi antiaeree e armi chimiche. L’attacco israeliano arriva dopo le dichiarazioni del Presidente Obama che venerdì scorso aveva annunciato un ventaglio di opzioni per risolvere la crisi siriana.