Israele. Uomo minaccia di farsi esplodere vicino Knesset, arrestato

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Israele. Uomo minaccia di farsi esplodere vicino Knesset, arrestato

10 Novembre 2009

 

La polizia israeliana ha arrestato questa mattina un uomo che aveva minacciato di farsi esplodere nella sua auto parcheggiata in un piazzale antistante il parlamento dello Stato ebraico. Lo ha riferito il portavoce delle forze di sicurezza dello Stato ebraico, Micky Rosenfeld, citato dal quotidiano Jerusalem Post.

L’uomo, di nazionalità israeliana, ha dichiarato al momento dell’arresto di volersi far esplodere alla Knesset per aver ricevuto un ordine di sfratto dal suo appartamento di Gerusalemme.

Rosenfeld ha dichiarato che ancora non è chiaro se l’uomo fosse imbottito di esplosivo al momento dell’arresto. Secondo il quotidiano l’area intorno al parlamento è stata transennata dalle autorità per motivi di sicurezza.