Italia, Draghi: “Modesti progressi in riduzione deficit”

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Italia, Draghi: “Modesti progressi in riduzione deficit”

10 Ottobre 2007

La riduzione del deficit procede in Italia su ritmi lenti e mette a rischio l’obiettivo di un pareggio di bilancio nel 2011 qualora le condizioni cicliche dovessero peggiorare. Lo ha detto il governatore della Banca d’Italia Mario Draghi in una audizione al Senato sulla Finanziaria.

“Il percorso di riduzione dell’indebitamento netto nel biennio 2007-2008 appare lento…La decisione di posticipare ancora interventi sulle spese accresce le manovre correttive necessarie per il raggiungimento del pareggio di bilancio nel 2011. Vi è inoltre il rischio che in futuro condizioni cicliche più difficili possano rendere ancora più complesso il risanamento oggi postposto”, ha detto Draghi.

Il governatore ha anche osservato che la pressione fiscale resta su livelli elevati e che una incisiva riduzione dell’imposizione fiscale accrescerebbe il potenziale di crescita dell’Italia.