Kenya: pirati somali attaccano cargo italiano

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Kenya: pirati somali attaccano cargo italiano

17 Dicembre 2007

Pirati somali hanno attaccato un cargo
italiano lungo la costa del Corno d’Africa, secondo quanto ha reso noto in Kenya un locale ufficiale marittimo.

“Un cargo italiano è stato attaccato da
pirati somali. Dettagli sull’equipaggio e sulla loro nazionalità non sono
noti”, ha detto Andrew Mwangura, coordinatore del Seafarers Assistance
Program (Sap), secondo il quale l’imbarcazione, partita dall’Italia, era
diretta verso il porto keniota di Mombasa, quando è stata attaccata questa
mattina.

Non si tratterebbe di un cargo italiano, il
Jolly della compagnia Messina, secondo quando diffuso dalle prime agenzie. “Non
è della compagnia di navigazione Messina il mercantile che sarebbe stato
attaccato da pirati al largo delle coste somale”, ha affermato il comandante di
armamento della compagnia genovese, cap. Olmetti.

L’equivoco è probabilmente nato dal fatto che tutte le navi della società di
navigazione si chiamano Jolly, seguito dal nome di un colore. “Tutte le nostre
navi – ha dichiarato il comandante Olmetti, che monitora in tempo reale via
satellite i movimenti della flotta della compagnia – sono regolarmente in navigazione
o nei porti. La più vicina alla zona dell’attacco segnalato, la Jolly Turchese,
ha appena lasciato il porto di Mombasa diretta a Jeddah. Altre, come la Jolly
Nero e la Jolly Arancione sono nel mar Rosso”.

In effetti la voce del presunto attacco era giunta, venerdì scorso, anche nella
compagnia genovese tramite la centrale operativa della Guardia Costiera a Roma.
Si parlava di una nave Jolly T. e si era subito pensato alla società genovese.
Ma presto ogni dubbio era stato dissipato. Tutte le navi della Messina sono
dotate di un pulsante di allarme satellitare in caso di attacco di pirati.

La notizia del nuovo attacco, giunge proprio
dopo che la settimana scorsa pirati somali hanno rilasciato un cargo giapponese
attaccato in ottobre. Quest’anno vi sono stati 26 attacchi di pirati somali
lungo i 3700 chilometri della costa somala, 3 dei quali hanno riguardato navi
del World Food Program dell’Onu.