Home News Kenya, riprendono le violenze

Kenya, riprendono le violenze

0
23

La nomina di alcuni ministri da parte del presidente Mwai Kibaki ha scatenato nuove violenze in Kenya in nottata.

Mentre oggi l'Unione Africana ha dato inizio ai colloqui per cercare di porre fine ai disordini post-elettorali in cui sono state uccise almeno 500 persone.

Dopo un'interruzione degli scontri scoppiati in seguito alla contestata rielezione del presidente del 27 dicembre, Kibaki ieri ha nominato 17 ministri, alimentando ulteriori proteste.

"Per i sostenitori del presidente Kibaki (la nomina) sarà una conferma della sua posizione, per chiunque altro dubiti della legittimità della sua elezione sarà considerata un segno di cattiva fede in vista dei colloqui", ha scritto il principale giornale keniota, il Daily Nation.

Dopo la nomina dei ministri da parte di Kibaki, centinaia di rivoltosi hanno eretto barricate date poi alle fiamme.

Gli abitanti degli slum di Nairobi raccontano che i sostenitori dell'opposizione sono anche scesi nelle strade, alcuni armati di machete.

Il leader dell'Unione Africa e presidente del Ghana John Kufor incontrerà Kibaki in mattinata, e ha poi in programma di vedere Raila Ordinga, capo dell'opposizione.

Le pressioni internazionali perchè si arrivi a una soluzione negoziata stanno crescendo. Le possibili soluzioni vanno da un governo di larghe intese a una nuova elezione.

Circa 500 persone sono morte nelle violenze seguite alle elezioni che l'opposizione considera truccate e per gli osservatori stranieri non hanno seguito gli standard democratici.

Ieri l'Orange Democratic Movement (ODM) di Odinga ha rifiutato l'offerta di colloqui bilaterali di Kibaki, dicendo che senza mediatori internazionali sarebbe stata una farsa.

Qualche ora dopo Kibaki ha nominato i ministri, in quello che per l'opposizione è un tentativo di cementare la vittoria e ridurre la possibilità di un governo di unità nazionale, che era stato da lui precedentemente proposto.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here