Home News Kyenge, assessore leghista cita Lombroso. Scienza padana doc!

Tutte le News

Kyenge, assessore leghista cita Lombroso. Scienza padana doc!

0
1

La foto di una scimmia accanto a quella del ministro Kyenge. Il post su Facebook, "separate dalla nascita". E' il tocco di "ironia" di un altro leghista laureato in eleganza, tale Agostino Pedrali assessore da Coccaglio. "Seguendo la vicenda Cecile/Orango", esordisce con grazia l'assessore, "mi sono ricordato di Cesare Lombroso e della sua branca di studio: la frenologia, ossia, semplificando, lo studio delle attitudini e del comportamento dedotto dai tratti somatici". Andiamo bene, il Pedrali è fermo alle teorie ottocentesche, ma andiamo avanti, "devo dire che osservando la negretta ministra un qualcosa di vero c'è, forse più di un qualcosa". E poi la grande battuta: "Vuoi vedere che il vecchio Cesare non aveva poi tutti i torti?", veramente da scompisciarsi dal ridere. "E adesso tutti a fare gli offesi per le parole del buon Calderoli sulla ministra nera e stran(i)era," il Pedrali a quanto pare si diletta anche con l'avanguardia letteraria, "Ha solo evidenziato come lui, e con lui tanti, vede i tratti somatici della Cecile". Alla fine, dopo questo galateo dell'intolleranza, finalmente il Pedrali se ne esce con una osservazione "politica": "antidemocratico è per me il fatto di essere 'governato' da un NON italiano, da una persona che ha giurato sulla Costituzione di fare gli interessi dell'italia ed invece lavora esclusivamente per interessi ideologici in compagnia di quell'altra 'incomprensibile' che presiede la Camera". Anche qui livello scarsino, "interessi ideologici" che vuol dire tutto e niente, neanche una riflessione sulle pur contestabili proposte del ministro, dallo ius soli alla eliminazione del reato di clandestinità. Ma che possiamo farci, questa è (speriamo solo una parte) la classe dirigente locale leghista. Pensa di essere ironica, è solo triste. Avrebbe delle argomentazioni forti da spendere politicamente, ma preferisce postare cretinate su Facebook.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here