La giravolta di Forza Italia sul Dl Lavoro

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

La giravolta di Forza Italia sul Dl Lavoro

La giravolta di Forza Italia sul Dl Lavoro

02 Maggio 2014

Le senatrici di Forza Italia Alessandra Mussolini e Anna Cinzi Bonfrisco si agitano molto a margine dei lavori in commissione, ripetendo la tiritera che il Dl lavoro è in stallo, che l’Ncd fa una "finta opposizione" ai cambiamenti imposti al provvedimento, che il Jobs Act è scritto dalla Cgil.

Pare che insieme a un altro esponente di punta di Forza Italia, Maurizio Gasparri, le due senatrici si siano anche concesse a un simpatico, per loro, siparietto ad uso e consumo della stampa presente alla Camera. Ripetendo che l’unica vera opposizione a difesa del lavoro e delle imprese sarà quella di Forza Italia.

Bene. Lo sanno anche i muri che c’è un pezzo conservatore del Pd che anche oggi continua a frenare le proposte riformiste sul Lavoro: ma che Forza Italia venga a raccontarci la storiella della vera opposizione dopo che in Commissione con i suoi rappresentanti ha votato proprio per gli emendamenti peggiorativi della minoranza piddina non si può sentire.

E’ la conferma degli sbandamenti sempre più evidenti del partito di Silvio Berlusconi, che prima si era schiacciato sul Pd e adesso cambia repentinamente idea. E allora benvenuti nel gruppo di chi la riforma Fornero vuole smontarla per davvero ma risparmiateci le dichiarazioni al fulmicotone e i rilanci impossibili, tutti giochini semplici per ripulirsi la coscienza senza portare a casa risultati concreti. Stiano serene le senatrici di Forza Italia che alla Cgil ci abbiamo già pensato noi.