La madre di Ciro: ha aperto gli occhi. “Tifoso non mafioso”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

La madre di Ciro: ha aperto gli occhi. “Tifoso non mafioso”

05 Maggio 2014

 "Ha aperto gli occhi…", così la madre di Ciro Esposito, il tifoso del Napoli ferito nei giorni scorsi da ultra della Roma armati di pistola prima della finale di Coppa Italia. La madre ha aggiunto: "Noi non siamo camorristi, Ciro è un bravo ragazzo. Quando può segue sempre il Napoli, ma non è un ultras". Ieri i genitori del giovane avevano dato la notizia che il ragazzo era uscito dal coma e che la sua condizione di salute migliorava. La madre aveva perdonato chi aveva sparato a suo figlio, pur definendo il gesto "mostruoso".