Home News La rete di “In Opera”: collaborare, costruire, mostrare, gustare

L'uovo di giornata

La rete di “In Opera”: collaborare, costruire, mostrare, gustare

0
4

Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con InOpera, un evento che dura un anno intero. Per come è concepito, infatti, è cosa ben diversa una fiera tradizionale, ma rappresenta piuttosto un percorso di avvicinamento e di preparazione fatto insieme dai promotori e dai protagonisti dell’economia e dell’imprenditoria, affinché i due giorni possano essere realmente proficui, con scambi e incontri intensi e significativi.

Questo cammino comune, che culminerà nell’expo che abbiamo voluto chiamare “delle relazioni”, per questo insistere sul valore dell’incontro prima ancora che del prodotto, è iniziato all’indomani dell’edizione 2010 di InOpera, ed è stato ricco di sorprese: non solo si sono palesati i circa duecento operatori che parteciperanno ad una delle quattro formule proposte – i veri e propri protagonisti di questo cammino -, ma si è concretizzata anche una rete di promotori che rappresenta una vera e propria unicità nel panorama locale: alla Compagnia delle Opere Abruzzo Molise, storica ideatrice dell’evento, si sono affiancate la Regione Abruzzo, Confindustria Pescara, Confcooperative Abruzzo, Api Pescara-Chieti, il Coordinamento dei Csv dell’Abruzzo, Formedil e Cassa Edile della Provincia di Pescara. Insomma, al Palacongressi d’Abruzzo sarà realmente possibile incontrare quanti credono e amano il proprio lavoro, quanti cercano relazioni per farlo decollare o, semplicemente, uscire dalle secche della crisi.

Quanti, grazie a questo lavoro, costruiscono il bene di tutti, con creatività e realismo. Sono proprio queste le caratteristiche di chi fa impresa che, oggi più che mai, vanno sostenute, rinforzate, implementate. Non è un caso, allora, se “creatività coraggiosa, realismo audace” è il tema generale attorno al quale ruoterà l’intera manifestazione, che si articola in quattro formule di rete: Collaborare (sabato) e Costruire (domenica) consistono negli incontri di lavoro in area riservata pensati per gli operatori di tutti i settori, la prima, e per la filiera dell’edilizia, la seconda. Mostrare, invece, è la vetrina di quanti offrono servizi alla persona o degli enti non profit che parteciperanno, e durerà sabato e domenica, proprio come Gustare, formule analoga ma rivolta ai produttori locali. Per gli iscritti alle formule, anche seminari, consulenze, servizi e altro, in una logica di sostegno concreto e globale.

Il tutto mentre si svolgeranno nei due giorni significativi convegni sui temi dell’economia e della società, con ospiti di caratura nazionale, come il professor Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione per la Sussidiarietà o Marco Lucchini, direttore generale della Fondazione Banco Alimentare, e protagonisti locali, come don Marco Pagniello, direttore della Caritas Pescara-Penne, gli imprenditori Enrico Marramiero, Silvio Di Lorenzo e Giuseppe Ranalli, ed esponenti politici come gli assessori regionali Alfredo Castiglione e Paolo Gatti. E molti altri.

Insomma, due giorni intensi, pensati per chi lavora e per la famiglia, in un’ottica di criterio ideale e amicizia operativa.

*Presidente e Direttore della Compagnia delle Opere di Abruzzo e Molise

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here