L’allarme sul Lavoro del Presidente Napolitano

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

L’allarme sul Lavoro del Presidente Napolitano

30 Aprile 2014

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano interviene sul tema del lavoro il giorno del Primo Maggio, festa dei lavoratori: "Se volessimo dare un nome alla celebrazione di questo primo maggio, dovremmo forse dire allarme lavoro", ha detto il Capo dello Stato parlando al Quirinale in occasione della Festa del lavoro. Secondo Napolitano "non è eccessivo parlare di allarme lavoro" ed ecco perché servono le riforme delle "politiche pubbliche", del mercato del lavoro, del fisco, e l’impegno di imprese e organizzazioni sociali. Sempre secondo Napolitano i sindacati hanno certo un "ruolo essenziale" ma devono "concorrere alla ricerca di soluzioni solidaristiche e innovative coraggiose e determinate".