Latina. Ucciso in casa un pregiudicato con 2 colpi di pistola

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Latina. Ucciso in casa un pregiudicato con 2 colpi di pistola

26 Gennaio 2010

Un uomo è stato ucciso ieri sera poco dopo le 22 nel suo appartamento di largo Cesti, nel quartiere Q5 di Latina. Due colpi di pistola hanno raggiunto al volto Massimiliano Moro mentre si trovava in casa: aveva probabilmente aperto la porta ai suoi assassini. L’uomo, con numerosi precedenti penali, abitava da solo nell’appartamento in affitto al quarto piano di una palazzina al civico 32.

A dare l’allarme sono stati i vicini di casa, che hanno sentito il rumore degli spari. Indagano gli investigatori della squadra mobile di Latina, che stanno ora ascoltando in questura alcuni residenti della palazzina. Massimiliano Moro era stato coinvolto nel 1994 nell’omicidio Micillo.

I killer hanno bussato alla porta e una volta nell’appartamento hanno sparato a bruciapelo freddando Massimiliano Moro con due colpi di pistola in testa. È la prima ricostruzione dell’omicidio consumato ieri sera, poco dopo le 22, in un appartamento di una zona residenziale di Latina, in largo Cesti, nel quartiere Q5. Sul delitto indagano gli investigatori della squadra mobile di Latina, che in nottata hanno ascoltato alcuni vicini di casa, parenti e conoscenti della vittima.