Home News Ledeen contro i “signori del terrore”

Ledeen contro i “signori del terrore”

0
2

Michael Ledeen è uno dei principali analisti politici dell'American Enterprise Institute, ha lavorato al Pentagono, al Dipartimento di Stato e al Consiglio per la Sicurezza Nazionale. Molto noto in Italia per avervi vissuto e lavorato e per aver  scritto un importante libro su Machiavelli. Ledeen è anche un profondo conoscitore della realtà iraniana e degli intrecci tra il regime di Teheran e il terrorismo internazionale. E' dunque benvenuta la traduzione di un suo recente libro "The war against the terror masters" .
Muovendo da un’appassionante ricostruzione della guerra contro i “signori del terrore” ingaggiata dagli Stati Uniti dopo l’11 settembre, Ledeen si sofferma sull’escalation nucleare dell’Iran e sulla politica dell’amministrazione Bush verso questo  Paese.

L’idea di Ledeen è che per l’America e per il mondo occidentale sia arrivato il momento di occuparsi seriamente del regime degli ayatollah di Teheran. Per rovesciare la dittatura è necessario sostenere l’opposizione interna ai fondamentalisti. Questo andrebbe fatto inviando soldi, favorendo la collaborazione tra le intelligence, sensibilizzando i media: l’arma più potente del mondo occidentale contro i “signori del terrore” sarebbe infatti lo stesso popolo iraniano oppresso dal regime dittatoriale. Critiche sono le posizioni di Ledeen nei confronti della maggior parte dei Paesi europei che aiutano quel regime intrattenendo con esso rapporti commerciali e finanziari.

L’abbattimento del regime degli ayatollah iraniani sarebbe fondamentale per risolvere la questione irachena, con un effetto a cascata che riguarderebbe anche il Libano, la Siria, l’Arabia Saudita e la questione palestinese.

 

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here