Home News Legge Stabilità alla Camera, fioccano gli emendamenti

Tutte le News

Legge Stabilità alla Camera, fioccano gli emendamenti

0
1

La Camera discute la Legge di bilancio e Stabilità. Nella giornata di oggi potrebbe già iniziare l'esame da parte dell'aula di Montecitorio. Annunciato un "Fondo per la riduzione della pressione fiscale" che dovrebbe essere alimentato dalla spending-review e dalla lotta alla evazione. Il taglio delle tasse dovrebbe andare a favorire, equamente, imprese (professionisti e PMI), lavoratori, pensionati. Scompare la Tobin Tax, la tassa sulle transazioni finanziarie avanzata con un emendamento del Pd. Ridimensionata anche la Web Tax, dopo che il segretario del Pd, Matteo Renzi, si era detto contrario alla prima versione del provvedimento: non ci sarà obbligo di partita Iva per chi fa commercio elettronico in Italia, resta però la stessa opzione per la pubblicità online e per i diritti d'autore. Slitta a fine gennaio la "mini-Imu", rivista anche la Tasi la tassa sui Servizi indivisibili dei Comuni. Ne settore agricolo, la base imponibile dell'Imu sui terreni viene ridotta mentre vengono esentati i fabbricati strumentali. Viene aumentato l'assegno per i pensionati, con le pensioni che saranno adeguate del 95 per cento al costo della vita. 17mila "esodati" avranno maggiore tutela da parte del Governo, con uno stanziamento previsto di 950 milioni di euro fino al 2020. Si introduce il tetto al cumulo dei redditi da lavoro e per le pensioni nelle PA, misura estesa anche ai vitalizi dei parlamentari. Un fondo di sostengo dovrà aiutare maggiormente i cassaintegrati. Ok anche alla "rottamazione" delle cartelle di Equitalia: unica rata senza interessi o sanzioni. Viene introdotta la social card intesa come un programma di sostegno per la "inclusione attiva" e combattere la povertà. Aumentano invece i contributi Inps per gli autonomi, fino al 24 per cento nel 2016, a copertura parziale del capitolo esodati. 126 milioni di euro andranno invece a coprire i lavoratori socialmente utili di alcune regioni meridionali, con copertura dal Fondo per la occupazione e la formazione.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here