Ligabue, trionfo all’Arena di Verona e lui scivola dal palco

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Ligabue, trionfo all’Arena di Verona e lui scivola dal palco

17 Settembre 2013

 Si è aperta ieri all’Arena di Verona la sei giorni di concerti di Ligabue, accompagnato dalla sua band e dai 64 musicisti della Simphnoy Orchestra diretta da Marco Sabiu. Le prenotazioni per le sei serate di concerti (fino al 23 settembre) si sono esaurite in poco più di due ore. 

Ligabue, fresco di matrimonio, ha eseguito, oltre ai grandi classici, pezzi dall’ultimo album "Arrivederci mostro" riarrangiati dall’orchestra mentre sul maxi schermo alle sue spalle scorrevano i volti di Margherita Hack, Lucio Dalla, Falcone e Borsellino, Little Tony, Vincenzo Cerami, Pietro Mennea, Marco Simoncelli, Stefano Borgonovo e Enzo Jannacci.
 
La serata è stata disturbata però dalla minaccia costante della pioggia e da un buffo imprevisto: il rocker, per nulla invecchiato, mentre intonava "Questa è la mia vita", nel tentativo di raggiungere la gradinata centrale, è scivolato. Si è rialzato immediatamente senza conseguenze, a parte un po’ di spavento e ha esclamato: "Minchia".
 
A chiusura del live, Ligabue ha cantato anche il nuovo singolo “Il sale della terra”, che dà il titolo al suo album di inediti di prossima uscita.