Home News L’indisponibilità conservatrice

Ipse dixit

L’indisponibilità conservatrice

1
16

"Gli studenti sono quelli più in credito e fanno bene a manifetare il loro dissenso, avendo anche dimostrato in questi giorni di saperlo fare civilmente. Ma nella sfera del personale della scuola abbiamo riscontrato anche grande spirito conservatore, come la grande indisponibilità a fare due ore in più a settimana che avrebbe significato più didattica e cultura, per difesa di privilegi corporativi. E dunque non cadiamo nel mito bontà contro durezza perché i corporativismi spesso usano anche i giovani per perpetuarsi e non adeguiarsi ad un mondo più moderno". Mario Monti dagli studi di Che Tempo Che Fa, su Raitre. Domenica 25 novembre 2012.

  •  
  •  

1 COMMENT

  1. Se avesse fatto veramente il Prof non parlerebbe così
    Caro Professore, vorrei ricordarle che in Italia i suoi colleghi Universitari hanno l’obbligo di fare 120 ore di insegnamento frontali all’anno. che sono 13,3 al mese (considero solo 9 mesi) e 3,3 ore settimali. Ora Caro Prof Monti mi spieghi per quale ragione i prof di scuola media e superiore che fanno 18 ore di insegnamento frontale alla settimana (perfettamente in media con le ore del resto d’Europa) dovrebbero accettare di passare a 24 ore senza alcuna contropartita +33% di carico orario.
    Se lei caro Presidente avesse fatto per più tempo il professore e avesse avuto meno incarichi extra forse comprenderebbe di più di cosa si parla, e della difficoltà del lavoro dell’insegnante che per ogni ora di insegnamento necessita di tantissimo tempo, per preparare, correggere compiti, incontrare genitori e colleghi.
    Ma lei Presidente ha svolto troppi incarichi per comprendere cosa sia il lavoro dell’insegnante. Eccone alcuni presi da Wikipedia:

    Tra il 2005 e il 2011 è stato international advisor per Goldman Sachs e precisamente membro del Research Advisory Council del Goldman Sachs Global Market Institute[19][20], presieduto dalla economista statunitense Abby Joseph Cohen.
    È stato inoltre advisor della Coca Cola Company[20], membro del “Senior European Advisory Council” di Moody’s[21] ed è uno dei presidenti del “Business and Economics Advisors Group” dell’Atlantic Council[22].

    Tra le altre cose è stato nel 1988 membro del consiglio di amministrazione della Fiat Auto S.p.A. e della Banca Commerciale Italiana[10]
    Quanti incarichi presidente, alcuni (Moodys, Golldman) al servizio di chi ha causato questa crisi. Venga, se vuole le cedo la mia cattedra di insegnante di ruolo in un liceo scientifico a 1452 Euro al mese (Netti), sono sicuro che lei offrirà 6 ore in più gratis.

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here