Home News L’interrogazione a risposta scritta al Ministro dell’Interno da parte del Sen. Quagliariello e dei senatori Pdl eletti in Puglia

Da parte del sen. Quagliariello e dei senatori Pdl eletti in Puglia

L’interrogazione a risposta scritta al Ministro dell’Interno da parte del Sen. Quagliariello e dei senatori Pdl eletti in Puglia

0
1

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

QUAGLIARIELLO, AMORUSO, AZZOLLINI, COSTA, D'AMBROSIO LETTIERI, GALLO, GRILLO, LICASTRO SCARDINO, MAZZARACCHIO, MORRA, NESSA, SACCOMANNO. Al Ministro dell'Interno

Premesso che:

- nella mattinata di ieri nel centro storico di Barletta è crollata una palazzina di due piani che ospitava un laboratorio tessile in cui erano a lavoro alcune dipendenti;

- dal bilancio accertato, il crollo ha provocato la morte di cinque persone; 

- a provocare il cedimento della struttura potrebbero essere stati i lavori di sbancamento in corso in un lotto limitrofo alla palazzina crollata;

- da ieri, sul posto, stanno operando ininterrottamente squadre di Vigili del Fuoco di Bari e dei Comandi di tutta la Puglia, coordinate dal Direttore regionale e dal Comandante provinciale di Bari;

- da notizie pervenute agli scriventi, venerdì 30 settembre u.s., gli abitanti della palazzina crollata, preoccupati per l’evidenziarsi di alcune lesioni, hanno richiesto l’intervento di un tecnico di fiducia, il quale a sua volta ha interessato il locale Distaccamento VVF di Barletta. A seguito della segnalazione, è intervenuto sul posto il Capo Squadra Sterlicchio, che, avendo rilevato alcuni fenomeni di instabilità, ha avvisato immediatamente l’Ufficio Tecnico del Comune di Barletta;

- il Capo Squadra avrebbe riferito che sul posto è stato raggiunto nella stessa giornata prima da un geometra dell’Ufficio tecnico e successivamente dall’Ingegnere Capo, i quali hanno eseguito il monitoraggio dell’intero fabbricato;

- i tecnici comunali si sarebbero espressi per una situazione che non comportava immediato pericolo, riservandosi di far emettere ordinanza sindacale per una più accurata verifica statica e per lavori di riparazione delle lesioni emergenti;

- non si esclude che il quadro fessurativo rilevato nella giornata di venerdì abbia subìto una progressione, sino a determinare il collasso del fabbricato (in muratura tradizionale ed in condizioni di degrado), a causa della mancata interruzione dei lavori, effettuati anche con mezzi meccanici, condotti nel lotto contiguo,

gli Interroganti chiedono di sapere al Ministro in indirizzo:

quali siano le informazioni di cui disponga in riferimento al crollo e quali intendimenti esprima in conseguenza di questo evento tragico;

se sia già in condizioni di riferire sulle cause ed eventuali responsabilità che hanno dato origine alla tragedia;

se non ritenga improrogabile e urgente adottare provvedimenti che permettano di risolvere alla radice, con interventi efficaci, la grave questione della stabilità degli edifici, a seguito di un accurato monitoraggio degli immobili, onde evitare il ripetersi di tragedie simili.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here