Home News Lloret de Mar: il consolato avvia procedura per rimpatrio salma

Lloret de Mar: il consolato avvia procedura per rimpatrio salma

0
30

"La restituzione della salma è la cosa che interessa di più la famiglia e il Consolato ha predisposto tutte le formalità per le procedure amministrative per il rimpatrio al più presto della salma". Lo ha detto l'avvocato Aldo Pardo, legale della famiglia della ragazza veneta Federica Squarise morta a Lloret.

Il legale ha anche segnalato di essere venuto in Spagna per "sollecitare che le indagini si svolgano nel minor tempo possibile".

"Sono venuto qui - ha ribadito - per porre la massima attenzione sul caso. Adesso speriamo che dopo un minimo di ritardo le indagini accelerino". L'avv.Pardo ha anche detto che «il procuratore della Repubblica di Padova ha sicuramente aperto un fascicolo e attende informazioni, che avrà in questi giorni in maniera ufficiale dal suo omologo". Il legale, che ha avuto questo pomeriggio un incontro a Lloret con la stampa, è rientrato subito a Barcellona per vedere il capo della polizia.

Intanto, si fa sempre più chiaro il giallo.   Victor, soprannominato "El Gordo", di cognome fa Diaz Silva ed è ricercato per omicidio. Si tratta del giovane uruguaiano che ha fatto perdere le tracce dopo il ritrovamento del corpo di Federica Squarise a Lloret de Mar. Il giovane, del quale è stata diffusa la foto alle pattuglie della polizia, si chiama Victor Diaz Silva ed ha 28 anni.

Non solo: Federica Squarise prima di essere uccisa probabilmente è stata violentata. L’autopsia praticata ieri spinge gli inquirenti a privilegiare la pista del delitto sessuale: il corpo presentava segni di violenza sessuale anche se non è chiara la causa della morte. Anche se restano escluse le ferite da arma da fuoco e da coltello, i medici - scrive il quotidiano Diari de Girona - non escludono che la giovane sia stata uccisa con un colpo alla testa o soffocata.

Stamani il papà di Federica aveva chiesto "giustizia". Il padre della ragazza padovana trovata morta a Lloret de Mar, Ruggero ha parlato fra le lacrime con i giornalisti davanti casa Squarise, a San Giorgio delle Pertiche. "Se prendono l'assassino - ha detto - spero che gli facciano fare la stessa fine che ha fatto mia figlia".

 

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here