Home News L’uomo del futuro avrà un grosso debito con la medicina israeliana

Missili sì ma anti-cancro

L’uomo del futuro avrà un grosso debito con la medicina israeliana

7
19

L’uomo del futuro? Avrà un grosso debito con le medicina israeliana. Basta dare una veloce scorsa alle ultime scoperte medico-scientifiche realizzate in Israele. I risultati ottenuti attraverso la ricerca sono all’avanguardia e garantiscono concreti risultati alla lotta contro cancro, SLA, epatite, diabete, Aids, infarti, rughe, allergie, tumori.

In occasione del 60esimo anniversario dell’indipendenza del governo di Gerusalemme, l’Associazione "Italia-Israele" ha ricordato alcune delle scoperte più significative che lo Stato di Davide ha donato al mondo: dall’amniocentesi al disegno di enzimi artificiali in grado di evolversi, passando tra le cure per l’Alzheimer, la cardiopatia, la leucemia, le patologie neurologiche e cardiovascolari.

È in Israele che si è riusciti a rattoppare un cuore infartuato e a realizzare un computer biologico (composto interamente di molecole di DNA ed enzimi, costruiti su di un chip ricoperto d’oro, in grado di identificare e diagnosticare cellule cancerose e rilasciare farmaci per distruggerle); è israeliano anche “il missile” anti-cancro (una tecnica basata sull’uso di linfociti che vengono trasformati in “cellule cancro-distruttrici”), oltre a un sistema ad ultrasuoni per rimuovere tumori maligni con una procedura non invasiva.

Sempre in Israele si è arrivati ad osservare “in tempo reale” lo sviluppo delle cellule cerebrali, a trovare una nuova cura per l’epilessia, a inventarne un’altra per combattere le allergie, e per sviluppare la tecnologia necessaria a stimolare la memoria dei pazienti affetti da Alzheimer; mentre si studia come controllare i batteri senza uso di antibiotici. E poi la scoperta di una vaccino-terapia per esaminare il sistema immunitario colpito da AIDS, quella di un gel capace di incollare le ossa fratturate (stimolando anche lo sviluppo dei tessuti), nuovi farmaci contro le malattie neurodegenerative e terapie contro il cancro della pelle (ma anche gli antiossidanti che ritarda le rughe).

Sono solo alcune espressioni della avanzata di Israele in campo biomedico. Scoperte che possiamo approfondire su Nature o Proceedings of the National Academy of Sciences. Di certo non tra le sulfuree pagine di qualche rapporto onusiano.

  •  
  •  

7 COMMENTS

  1. Scienza e coscienza
    La cosa grave di questi articoli è l’ideologia d’accatto e la propaganda da quattro soldi insita. Si suggerisce un “prendi tutto in blocco” o “sei automaticamente il nemico da squalificare”. L’onusiano a me sembra il signor Pistilli che firma l’articolo. La gente normale apprezza Israele e gli Israeliani per i loro pregi e li critica, o meglio ne critica per lo più una parte di loro, per i loro difetti. Come chiunque altro. E non mi risulta che le critiche abbiano mai avuto molto a che vedere con scienza e medicina. Semmai sarebbe da valutare perchè mai uno possa criticare chiunque a questo mondo salvo loro, divenendo in tal caso onusiani, o in altri casi, andando a finire sotto processo solo per aver psoto delle questioni più che legittime. Finirà, non c’è dubbio, solo questione di tempo. E grazie ai Pistilli di questo mondo e alla loro miopia Israele ne avrà un danno grave e permanente, con mio dispiacere, e con quello di tutte le persone che Israele lo amano, non lo sfruttano ideologicamente e basta.

  2. Un ragionamento senza senso
    è come dire che un premio nobel per la medicina ha il diritto di diventare un serial killer.
    o che cuba, visto che ha un sistema sanitario che funziona meglio di quello degli Usa, e che manda i suoi medici in tutto il terzo mondo, non può esser criticata per il suo regime dittatoriale.
    o ancora che l’URSS doveva essere apprezzata in tutto e er tutto, considerati i suoi contributi aal’esplorazione spaziale
    e gli esempi potrebbero essere infiniti
    ps: non sto entrando nel merito della questione di chi sia o meno la colpa nei conflitti arabo-israeliani. sto solo dicendo che, metodologicamente, il ragionamento dell’autore è completamente sballato

  3. debito verso Israele
    L’uomo del futuro sarà debitore ad Israele, non solo per le conquiste mediche, ma anche per il progresso ed il lavoro che è stato portato nella zona, di cui hanno ampiamente usufruito anche gli abitanti della regione. Gli abituali detrattori degli articolo de l’Occidentale, arrabbiati, certamente digiuni di storia e a volte incomprensibili nel loro astio, come cumino e anonimo (ma perché non dice il suo nome?) forse non ricordano che il vecchio PCI (io sono un vecchio socialista) sostenevano (ovviamente assieme all’URSS loro faro guida) lo Stato di Israele che, però, non si fece inquadrare nella soffocante egemonia comunista, come non ricorderanno le guerre e gli attentati che, dopo, colpirono il piccolo Stato che però, come Berlusconi in Italia, con grande scorno degli attuali detrattori, ha avuto il torto di non arrendersi e non cedere.
    Mi chiedo, perché criticare un articolo che dà solo una puntuale informazione su ricerche mediche di grande interesse che possono essere e saranno utili a molti perché riguardano patologie ampiamente diffuse ed attuali? Forse solo perché questi risultati sono stati ottenuti in Israele e non dai ricercatori dell’Iran (loro però studiano l’Atomica) o dagli Hezbollah della Siria e certamente nemmeno dalla vecchia Russia che ha altro cui a pensare?
    Enrico Ricchi: giornalista in pensione di Bologna

  4. Va da se che gli
    Va da se che gli antisionisti in servizio permenente effetivo, quelli che chiedono iul boicottaggi di Israele nei campi più disparati dalla frutta al giornalismo dovrebbero per coerenza fare obiezione di coscienza e rifiutarsi di farsi curare con queste tecnologie…

  5. futuro,msdicina israeliana.
    Anonimo, ma si è informato bene come funzionano gli ospedali cubani,o si fida ciecamente della propaganda castrista? A proposito, si informi anche con cosa vengono scambiati i medici cubani,per cercare di equilibrare la disastrata economia castristo/cubana.cordiali saluti

  6. Anche i bambini di Gaza sono
    Anche i bambini di Gaza sono debitori delle sofisticate applicazioni in campo militare delle avanzate scoperte israeliane…deformità, menomazioni, radiazioni, malattie incurabili… senza contare il blocco che uccide, nel non far pervenire a Gaza i più elementari supporti medicinali, decine di bambini al mese…Grazie Israele

  7. L’uomo del futuro avrà un grosso debito con la medicina israelia
    E’ stupefacente! Tali “Cumino” e “Anonimo” attaccano Pistilli per un articolo che, secondo loro, danneggerebbe l’immagine di Israele, con danno anche di chi ama tale Paese ( loro ?….intuisco bene ? )
    Se così fosse il livello di sconcezza delle facce di bronzo che non perdono occasione per seminare veleno avrebbe superato i limiti.
    Non ero informato dello stato della ricerca medica in Israele, benché conosca abbastanza quello relativo alle scienze fisico-matematiche. Che c’entra, con l’articolo di Pistilli, la politicaccia filo-palestinese dei “Cumino” e degli “Anonimi” che,questa sì, non porta nulla né ai Palestinesi né ai lettori che vogliono informarsi grazie a Pistilli ? Da un pò di tempo in Italia girano troppi arruffapopoli onnipresenti: chi li paga?

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here