Luttwak: su Karzai minacce e pressioni italiane

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Luttwak: su Karzai minacce e pressioni italiane

22 Marzo 2007

“Per la liberazione di Mastrogiacomo l’Italia ha
esercitato la massima pressione possibile sul governo afghano”, lo ha rivelato
in una intervista a Radio24, Edward Luttwak, studioso di problemi militari ed
ex consulente del Dipartimento di Stato americano.
Nel suo racconto Luttwak
entra nei dettagli: “Ci sono state urla e minacce, porte sbattute, gli italiani
hanno minacciato il ritiro delle loro truppe e la sospensione degli aiuti
economici: sono stati terribilmente imperativi per ottenere quello che volevano
da governo Karzai”.

“Il governo americano avrebbe potuto intervenire
per difendere gli afghani dalle pressioni italiane, ma ha deciso di non farlo”,
ha spiegato ancora Luttwak, “solo per questo il governo afghano ha ceduto. Gli
americani non volevano passare per i responsabili dell’uccisione del
giornalista”.

“Dopo la liberazione – ha concluso Luttwak – si sono
sentiti liberi di esprimere tutta la loro opposizione a questa condotta”.