Luxottica, dipendenti romeni e italiani rubano occhiali per un milione di euro

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Luxottica, dipendenti romeni e italiani rubano occhiali per un milione di euro

21 Ottobre 2016

Luxottica pizzica i furbetti tra i dipendenti. Secondo l’accusa, alcuni impiegati ed ex dell’azienda avrebbero rubato fino a 120 paia di occhiali a settimana, per poi rivenderli in Italia e all’estero a ottici compiacenti. 

L’indagine, condotta dai carabinieri di Chivasso, nel Torinese, ha sgominato una banda formata da dipendenti ed ex dipendenti della Luxottica che sottraevano occhiali e montature dal ciclo produttivo.

Gli occhiali rubati venivano classificati come scarti di produzione, per poi piazzarli a prezzi stracciati a negozianti di tutta Europa. 

In totale sono stati eseguiti sei provvedimenti restrittivi nelle province di Torino, Milano, Venezia e Novara, nei confronti di quattro romeni e due italiani.

Gli arrestati sono accusati di associazione per delinquere, furto aggravato, riciclaggio e ricettazione. 

Le indagini dei militari sono partite nel maggio 2014, in seguito alla denuncia da parte dei responsabili dello stabilimento Luxottica di Lauriano (Torino), che avevano segnalato l’ammanco di occhiali pregiati dalla fabbrica. 

L’attività illecita avrebbe fruttato un milione di euro.