La battaglia dell'attivista ferita a morte dai talebani

Malala e le altre donne vittime della violenza islamica

47
296

Tutto il mondo conosce la vicenda di Malala Yousafzai, attivista pakistana appena 14enne, ferita gravemente dai talebani in Pakistan per la sua battaglia a favore del diritto allo studio delle bambine. Malala, figlia del preside di una scuola femminile, gestisce da quando aveva ben 11 anni, un blog per conto della BBC allo scopo di illustrare le barbarie perpetrate dagli “studenti coranici” (questo è il significato di “talebani” in lingua pashtu) nella Valle dello Swat, dove lei vive. Il 9 ottobre scorso, sullo scuolabus che la stava riportando a casa da scuola, uno di loro ha sparato alla testa e al collo della ragazzina, riducendola in fin di vita. Colpite anche altre due studentesse, Shazia e Kainat.

Fortunatamente Malala non ha subito danni neurologici e, dopo una delicata operazione per estrarle il proiettile dalla testa, ha se non altro il 70% di possibilità di farcela. Grazie ad un aiuto economico a cui hanno contribuito gli Emirati Arabi Uniti, la piccola è stata trasportata in Gran Bretagna per ricevere un trattamento sanitario specializzato. E’ stato lo stesso presidente pakistano Ali Zardari ad ordinarlo. Inoltre ha telefonato al padre di Malala, garantendogli “pieno supporto” per colei che ha definito “come mia figlia” e ha anche ordinato cure mediche per le due amiche ferite con lei.

In diverse città del Paese hanno avuto luogo manifestazioni di solidarietà con “la Figlia della Nazione”, alle quali hanno partecipato soprattutto donne e studenti accompagnati dai loro insegnanti. “Io sono Malala”, scandivano i dimostranti, indossando cappellini con la medesima scritta. Chiedevano che i responsabili dell’attentato vengano presi e puniti.

Nelle scuole pakistane e del vicino Afghanistan, notoriamente ancora infestato di talebani, si è e pregato per la ragazzina.

Tuttavia “nemo profeta in patria”, soprattutto quando si tratta di diritti delle donne nei Paesi islamici.

Non solo il gruppo integralista ha minacciato ancora Malala, ma in Pakistan c’è chi grida al complotto addirittura di Obama o di fantomatici indù spacciatisi per talebani.

Altre donne pakistane continuano a subire abusi di ogni genere. Giusto per citare alcuni episodi avvenuti di recente: in Baluchistan 13 ragazze sono state cedute in matrimonio per risolvere una contesa, come avviene nelle società tribali. Un consiglio locale (jirga) ha preso l’infame decisione, poi demandata alla Corte Suprema del Pakistan.

Poi naturalmente non cessano le violenze sulle donne cristiane (anche i cristiani pakistani, ovviamente, hanno pregato per Malala). Anzi, l’Ong Asian Human Rights Commission (Ahrc )ha denunciato che queste sono “in allarmante aumento”, soprattutto nel Punjab. Innumerevoli donne, ma anche bambine cristiane (e di altre religioni), vengono violentate da musulmani  per costringerle a sposarli e a convertirsi all’islam. E le autorità sono impotenti o complici degli integralisti islamici.  

  •  
  •  

47 COMMENTS

  1. Solidarietà per Malala
    CARI BAMBINI DEL PAKISTAN NOI VENIAMO DALL’ ITALIA VI SIAMO VICINI E VI CAPIAMO , PERCHE’ VOI MERITATE GIUSTIZIA.
    GIORGIA

    MALALA E’ UNA RAGAZZA DI 14 ANNI ED E’ TORMENTATA DAI TALEBANI PERCHE’ IN PAKISTAN LE DONNE E LE RAGAZZE NON POSSONO ESPRIMERE LE LORO OPINIONI E NON POSSONO ANDARE A SCUOLA . SICCOME QUESTA E’ UN’INGIUSTIZIA DOBBIAMO AIUTARLI PERCHE’ MALALA SI E’BATTUTA PER IL SUO PAESE ED E’ QUASI MORTA. ORA STA BENE , MA COMUNQUE NOI VOGLIAMO GIUSTIZIA. TI SALUTO MALALA CON AFFETTO
    FRANCESCA

  2. Solidarietà per Malala
    OGGI ABBIAMO LETTO A SCUOLA IL DIARIO DI MALALA CHE RACCONTA DELLA SUA VITA BRUTTA E CRUDELE. QUESTA RAGAZZA IL 10 OTTOBRE E’ STATA SPARATA E NOI VORREMO AIUTARLA A FARE GIUSTIZIA. OGNI GIORNO I TALEBANI DISTRUGGONO LE SCUOLE E ROVINANO LA VITA AI BAMBINI CHE VORREBBERO STUDIARE E STARE BENE.
    MATTEO

    CARISSIMA MALALA OGGI ABBIAMO LETTO LE TUE PAGINE DI DIARIO E MI HANNO FATTO EMOZIONARE . TI SALUTO MALALA UN AMICO DALL’ITALIA
    MICHELE

  3. solidarietà per Malala
    CARA MALALA MI DISPIACE TANTO PER QUELLO CHE TI E’ SUCCESSO,MA HO SAPUTO CHE STAI MEGLIO!ANCH’IO HO UN PO’DI PAURA PERCHE’CON LE MIE COMPAGNE ANDIAMO A SCUOLA DA SOLE.COMPIO NOVE ANNI A DICEMBRE,MI CHIAMO REBECCA E VOGLIO SALUTARTI E AUGURARTI BUONAFORTUNA!

    CARISSIMA MALALA,IO E TUTTI I MIEI COMPAGNI,OGGI,ABBIAMO LETTO LE TUE PAGINE DI DIARIO E ABBIAMO CAPITO CHE,LI’DA TE,ANDARE A SCUOLA E’MOLTO DIFFICILE.UNA MIA COMPAGNA SI E’COMMOSSA,NOI VOGLIAMO CHE TU E LE TUE COMPAGNE ANDIATE A SCUOLA COME ANDIAMO NOI,CIOE’SENZA PAURA.ANNA

  4. questo non è islam
    L’Islam è il sistema di vita di chi obbedisce alle regole contenute nel Subline Corano parola di DIO Allah in lingua arabe e ai comandamenti del Profeta Mohammad -pace e bene su di lui- quindi questi atti non sono stati eseguiti da musulmani ma sono soltanto una macchinazione per mettere l’Islam in cattiva luce e permettere di raggiungere determinati scopi a chi ne ha l’interesse. Il Corano dice che chiunque uccide un uomo è come avesse ucciso l’itera umanità …e sara tra il novero dei perdenti nel giorno del giudizio.Infine prima di parlare di Islam vi suggerisco di conoscerlo. Il rapporto sessuale fuori dal matrimonio è nietato nell’Islam quindi nessun musulmano può violentare una donna per sposarla.

  5. I falsari che negano la violenza dell’islam
    Anonimo, sei falso come e più di un serpente. Lo sai benissimo come si comportano gli islamici e quanta violenza c’è dentro il corano. Al Quaeda ed i talebani non sono forse islamici? Le cronache sono piene di episodi di violenza degli islamici nei confronti delle donne loro ed altrui e si sa bene che lo stupro è un rischio continuo in presenza di islamici pure qui da noi, figurati in quei posti! Se sei contrario alla violenza, alla sopraffazione, alla negazione dei diritti delle donne e delle persone in generale, se tieni ai pricipi superiori del rispetto della persona e della libertà ed all’uso della democrazia in politica pentiti e rinnega l’Islam. E’ l’unica possibilità che hai.

  6. Cari bambini della scuola di
    Cari bambini della scuola di Mongorgiori,è bellissimo che vi occupiate di Malala in Pakistan, ma nella nostra Italia, in meridione, molte bambine vengono promesse spose, ancora minorenni, ai boss mafiosi, rientrando in scambi di favore tra i clan. A quando un bello studio su questo fenomeno che dilaga in Sicilia, Campania, Calabria e Puglia?

  7. Anonimo 13,40
    Nessun musulmano può violentare una donna ecc… ecc. Si? Può darsi. Tuttavia, proprio in questo paese, accade che il musulmano, sempre rispettoso ovviamente, ammazzi la figlia a coltellate solo per il fatto che quest’ultima avrebbe ambito confrontarsi con il mondo occidentale. E la madre, di conseguenza, non osa frapporsi e lascia che si consumi l’omicidio sotto i propri occhi, per non venire a sua volta massacrata a morte. Del resto, numerosi tali casi solo da noi. E questi tragici avvenimenti rientrano, insieme a molti altri, nella mentalità ed il costume del musulmano. Il Corano è un libro di preghiere? Può darsi. Tuttavia l’impressione che ne viene fuori è che si tratti di preghiere con aggiunta di tritolo, C4 e similari. Per cui, o ne fanno un cattivo uso gli islamici o, più probabilmente ne interpretano la volontà alla lettera come dicono ed allora il Corano, come ho già avuto modo di definirlo qualche giorno fa, somiglia molto di più ad un codice militare di guerra che non un buon libro di preghiere. Naturalmente c’è anche chi sostiene il contrario: liberissimi ovviamente.

  8. Barbarie islamica
    All’anonimo sgrammaticato e ipocrita che affetta untuoso rispetto per un libro tra i più primitivi e criminali del mondo, ovvero il corano, faccio notare come il versetto che cita in parte, ovvero il 5:32 in realtà è il seguente:
    “ Per questo abbiamo prescritto ai Figli di Israele che chiunque uccida un uomo che non abbia ucciso a sua volta o che non abbia sparso la corruzione sulla terra, sarà come se avesse ucciso l’umanità intera. E chi ne abbia salvato uno, sarà come se avesse salvato tutta l’umanità.
    I Nostri messaggeri sono venuti a loro con le prove! Eppure molti di loro commisero eccessi sulla terra. ”
    Si sprecano le citazioni (parziali) di questo versetto coranico da chi sostiene che l’islam è una religione di pace, ma nel suo contesto il significato è opposto.
    Quello che non menzionano coloro i quali citano questo Versetto come se condannasse la violenza, sono vari dati rilevanti:
    = esso è inserito in un contesto di ammonimenti per gli Ebrei e non è presentato come principio universale;
    = contiene questa importante eccezione “a meno che non sia un assassino o un malfattore”, ed è seguito dal versetto 5:33 che specifica la pena per essi: “Il castigo per chi muove guerra ad Allah e al suo Messaggero, e lotta con forza e sparge misfatti e corruzione sulla terra è: esecuzione o crocifissione o amputazione di mani e piedi di lati opposti o l’esilio dal paese: questa è la loro ignominia in questo mondo e subiranno una terribile punizione nell’altro.”
    Questo brano sta solo spiegando che cosa bisogna fare ai Giudei che rifiutano Maometto, non sta prescrivendo principi di alta moralità.
    Ben lontani dal condannare la violenza, questi Versetti evidenziano aggressivamente che chiunque si opporrà al Profeta sarà ucciso, crocifisso, mutilato o esiliato.
    I benpensanti, i multiculturalisti, i relativisti, i filo/fifo-islamisti e i catto-comunisti sono serviti.
    E i tipi come questo anonimo sono ammoniti a non trattare gli Italiani come sprovveduti.

  9. Che noia questa ipocrisia contro l’islam
    sono cattivi ma per fortuna che ci sono gli occidentali che portano la democrazia a suon di bombe guarda caso dove c’e’ il petrolio. Poi tutto il bene che abbiamo fatto con il colonialismo in nel 900 nessuno se lo ricorda… ma perche’ non ci impegnamo a odiare chi ci ruba i soldi in casa compromettendo lo sviluppo del ns paese e il futuro dei ns figli. Oppure venissero presi gli attentatori mafiosi che uccidono gente innocente imprenditori… questo non ha neanche piu’ risonanza quanto la disgrazia di questa bambina

  10. d
    Stefano, la statua della Libertà di New York all’inizio i francesi la volevano mettere all’ingresso del canale di Suez per simboleggiare la libertà e la democrazia che l’europa stava conquistando in quel secolo contro le barbarie dell’oriente. (all’epoca c’era ancor l’impero ottomano). Il petrolio? Cazzate. Se gli stronzi chiudono i pozzi come hanno fatto i paesi opec nel 1973 sarebbe un disastro, proprio come lo è stato allora, e sarebbe peggiore ai giorni nostri. Purtroppo quello ci serve, che ci piaccia o no.

  11. Islam religione falsa e assassina
    L’Islam è una religione falsa, una fede in un falso dio sanguinario creata da un pedofilo bugiardo e assassino per indottrinare i propri seguaci e spingerli a commettere ogni sorta d’infamia pur di conquistare il potere.
    Tutto l’Occidente deve unirsi nella lotta contro l’Islam sanguinario e assassino, per difendere i sacri e inalienabili diritti di ogni uomo e donna alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità.
    Solo la creazione di un Impero mondiale federale e liberaldemocratico, che abbatta tutti i tiranni laici e teocratici, potrà difendere le bambine come Malala dai fanatici assassini nazi-comu-islamici.
    LUNGA VITA A MALALA, MARTIRE PER LA LIBERTA’ DELLE BAMBINE E DELLE DONNE PAKISTANE !
    LIBERTA’ E DEMOCRAZIA PER IL PAKISTAN E PER TUTTO IL GRANDE MEDIO ORIENTE !
    VIVA L’IMPERO MONDIALE VENTURO !
    ANNUIT COEPTIS
    http://www.mondialisti.net

  12. Guerra e Pace
    @ giancarlo tortoli
    Tu scrivi: “…il Corano, come ho già avuto modo di definirlo qualche giorno fa, somiglia molto di più ad un codice militare di guerra che non un buon libro di preghiere. Naturalmente c’è anche chi sostiene il contrario: liberissimi ovviamente.”. Beh, per tua informazione, uno che sosteneva più o meno il contrario era un certo Mohammed Mahmoud Taha, grande teologo islamico sudanese (fatto condannare per “blasfemia” e impiccato dal satrapo sudanese di turno). Taha invitava a distinguere nel Corano le sure cosiddette “meccane” da quelle cosiddette “medinesi”. Le prime rivelavano diritti, doveri e comportamenti dei musulmani in tempo DI PACE, mentre le seconde si riferivano al tempo DI GUERRA, una guerra non certo voluta dalla comunità musulmana medinese capeggiata dal Profeta Maometto, bensì dai pagani meccani che perseguitarono i musulmani costringendoli all’esilio forzato e confiscando i loro beni. Ovviamente liberissimo tu e quelli come te di sostenere – per la serie “è facile fare i gay col fondoschiena altrui” – che Maometto avrebbe fatto meglio a porgere l’altra guancia:-)

  13. Barbarie MATTA
    Esimio MATTA
    1. Primitivo e criminale sarai tu e tutta la razza tua, non il Sacro Corano.
    2. Da Emerito Falsario quale sei, presentando l’esortazione coranica del 5:32 (non uccidere l’innocente) come “ inserito in un contesto di ammonimenti per gli Ebrei e non è presentato come principio universale” fai finta di ignorare che il Corano considera Mosè e tutti i Profeti ebraici (Gesù di Nazareth compreso) come INVIATI DI DIO e PROFETI DELL’ISLAM e i loro dettami obbligatori ANCHE per i musulmani, naturalmente a meno che lo stesso Corano – ultimo “aggiornamento” della Parola di Dio, per l’islam – non disponga altrimenti. (vedasi il caso del divieto ebraico di mangiare maiale, confermato dal Corano, ma p.es. il divieto ebraico di mangiare frutti di mare non è confermato dal Corano, pertanto noialtri musulmani li mangiamo eccome). Ti risulta forse, O Grande Giocatore Delle Tre Carte Alla Stazione Centrale Di Napoli, che nel Corano tale principio venga abrogato e vi sia scritto chessò “ragazzi, quello valeva solo per i “musulmani ebrei” del tempo di Mosè, eh, a voialtri musulmani arabi il buon Allah dà licenza di uccidere chi vi pare e piace, innocenti compresi, cribbio!”??!!:-)
    3. Tu scrivi: “contiene questa importante eccezione “a meno che non sia un assassino o un malfattore”,”…e allora? Dici forse che il buon Allah doveva abolire la pena di morte anche per gli assassini e quant’altri giusto nel VII secolo d.C.??!! O che l’hai preso forse per un socialdemocratico svedese del XX secolo?:-)
    4. Sempre da Eccelso Giocatore Delle Tre Carte Alla Stazione Centrale Di Napoli quale sei, a proposito dell’esortazione coranica “Il castigo per chi muove guerra ad Allah e al suo Messaggero, e lotta con forza e sparge misfatti e corruzione sulla terra è: esecuzione o crocifissione o amputazione di mani e piedi di lati opposti o l’esilio dal paese: questa è la loro ignominia in questo mondo e subiranno una terribile punizione nell’altro.” scrivi:” Questo brano sta solo spiegando che cosa bisogna fare ai Giudei che rifiutano Maometto”. Falso come una moneta da 3 euro: per chi non è affetto da islamofobia idrofoba e falsaria come te spiega solo cosa bisogna fare a giudei, pagani, cristiani, Testimoni di Geova:-), atei, agnostici, comunisti, nazisti:-) e sarkazzo d’altri qualora MUOVESSERO GUERRA ai musulmani, mica qualora non si convertissero all’islam, “rifiutando” Maometto eh! O dici forse che il buon Allah avrebbe dovuto – sempre nel VII secolo d.C., eh – prevedere in questi casi come pena solo l’affidamento ai servizi sociali??!!:-).P.S. Dal Vangelo secondo Luca (23; 39-43): “Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava: “Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e anche noi!”.Ma l’altro lo rimproverava: “Neanche tu hai timore di Dio e sei dannato alla stessa pena?Noi giustamente, perché riceviamo il giusto per le nostre azioni, egli invece non ha fatto nulla di male”.E aggiunse: “Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno”. Gli rispose: “In verità ti dico, oggi sarai con me nel paradiso”.” Capito MATTA, il buon Gesù – da te tanto amato, suppongo – mica lo corresse sulla “pena giusta”, mica gli disse:”No, non è vero che hai ricevuto la pena giusta per le tue azioni, la crocifissione è roba da barbari maomettani:-), invece ti dovevano affidare ai servizi sociali, cribbio!”.Egli gli garantì solo il Paradiso poiché il ladrone s’era dimostrato sinceramente pentito, tutto qui.

  14. @Anonimo del 17/10/12 13:40
    Caro fratello, per favore, non offrire il destro agli islamofobi idrofobi che pullulano fra i commenti per fare di tutta l’erba un fascio (anche se lo farebbero lo stesso, ma almeno non col nostro aiuto). I talebani che si sono macchiati di quell’orrore su quella ragazzina (e di tanti altri orrori) non sono “una macchinazione per mettere l’Islam in cattiva luce e permettere di raggiungere determinati scopi a chi ne ha l’interesse”, visto che il portavoce ufficiale dei talebani pakistani ha rivendicato la paternità dell’agguato…insomma, quello che ha sparato alla povera ragazza non credo sia esattamente un agente del Mossad, eh!:-). Purtroppo in certi posti dimenticati da Allah esistono anche musulmani – almeno di nome- che praticano una personalissima “versione” distorta e criminale dell’islam e da cui i VERI MUSULMANI dovrebbero prendere le distanze e condannarli in modo inequivocabile. Io lo faccio e ti prego di farlo anche tu….P.S. E’ perfettamente inutile esortare gli islamofobi idrofobi di qui a “conoscere l’islam” per capire magari che attribuire al Corano gli stupri commessi da musulmani è come attribuire al Vangelo e a Gesù Cristo gli stupri etnici dei cristianissimi ortodossi serbi in Bosnia. Essi lo conoscono benissimo, come avrai visto citano correttamente anche versetti coranici in abbondanza…però, poi ne falsificano spudoratamente e coscientemente il significato. E lo fanno perché – loro sì – vogliono “raggiungere determinati scopi” , ovvero costringerci a rinnegare la nostra fede in Dio.

  15. @Marco Del Fosco
    Se il cristianesimo era tollerante allora un certo Giordano Bruno è morto per assideramento mentre scalava il Monte Bianco:-) e gli ebrei spagnoli non sono stati cacciati dalla Cattolicissima Regina Isabella, bensì sono partiti per fare una crociera nel Mediterraneo, ma hanno perso la bussola e le mappe per strada…:-)…e poi sono approdati nell’Impero Ottomano, dove gli “intollerantissimi” islamici li hanno sgozzati tutti fino all’ultimo, vero?:-)

  16. Barbarie islamica
    Se Gesù Cristo vivesse al nostro tempo, potrebbe esser considerato un idealista o tutt’al più potrebbe essere ignorato. Se maometto vivesse al nostro tempo finirebbe sul patibolo o all’ergastolo per crimini contro l’umanità.

  17. Barbarie islamica e commentatori anonimi
    Ecco il commento di Robert Spencer ai due versetti (5:32 e 5:33) che chiudono il racconto coranico dell’uccisione di Abele:
    [ Ciò che mai viene menzionato da tutti quelli che citano questo versetto come se condannasse la violenza del jihad islamico, sono molti fatti rilevanti: è inserito in un contesto di ammonimenti per gli Ebrei e non è presentato come un principio universale; contiene questa importante eccezione “a meno che non sia un assassino o un malfattore”, ed è seguito dal versetto 5:33 che specifica la pena per i malfattori: “Il castigo per chi muove guerra ad allah e al suo messaggero, e lotta con forza e sparge misfatti e corruzione sulla terra è: esecuzione o crocifissione o amputazione di mani e piedi di lati opposti o l’esilio dal paese: questa è la loro ignominia in questo mondo e subiranno una terribile punizione nell’altro”.
    Questo brano sta solo spiegando che cosa bisogna fare ai Giudei che rifiutano maometto, non sta prescrivendo principi di alta moralità. Ibn Warraq lo riassume così: “I presunti nobili sentimenti sono in realtà un monito agli Ebrei. Il messaggio è : ‘Comportatevi bene, altrimenti…’. Ben lontani dal condannare la violenza, questi versetti evidenziano aggressivamente che chiunque si opporrà al profeta sarà ucciso, crocifisso, mutilato o esiliato!”. ]
    Per riformare l’islam in senso moderato, basta eliminare solo due cose: Il corano e la sunna. Voglio ripetere che mi vanto e mi glorio di essere ISLAMOFOBO (ISLAMOFOBIA = PAURA DELL’ISLAM): è mio diritto esserlo.
    E il musulmano “ritvan” (che mai sottoscrive con nome e cognome, guarda caso) vada di corsa a dare del falsario anche a Robert Spencer. Il resto dei suoi rabbiosi farfugliamenti è indegno di considerazione.

  18. Ritvan…..
    Vede caro Ritvan, quando metto giù due righe mi viene sempre di pensare a coloro i quali non la pensano come me ma ciò non vuole affatto dire che non presenti il mio modo di vedere e senza timore alcuno; pertanto le mie due righe a tal proposito rimangono valide e senza tentennamento di sorta. Adesso parliamo di lei, persona finemente…. educata. Vede, la mia impressione, corano o non corano, è che lei sia vittima di un senso settario e rancoroso della vita e dove sente la necessità di mettere in evidenza una sua superiorità a prescindere. E guardi che, l’esempio da lei posto le calza a pennello e pertanto, lei, sarebbe interamente a suo agio alla stazione centrale di Napoli ad imbonire con le tre carte. Si, perché lei non mi sembra che disponga di quella qualità necessaria al dialogo, ed in effetti le sue pulsioni la portano inevitabilmente ad offendere. L’allusione infine al “fondoschiena altrui” mi è oscura. Forse lei si riconosce proprio nel personaggio della serie “è facile fare i gay col fondoschiena altrui” ed in tal caso buon per lei. D’altronde guardi che il mio “liberissimi di farlo” inteso nel senso della più ampia libertà da concedere al prossimo non prevede affatto diseducative antropologie a prescindere come viceversa sembra essere il suo caso. Un’ultima notazione: sono mille anni che ci confrontiamo con i musulmani ma la mia scelta rimane comunque ed indissolubilmente l’occidente. Lei. naturalmente, FACCIA CIO’ CHE VUOLE. Stia bene (se ci riesce.).

  19. Tortoli…
    Esimio Tortoli, 1. Le Sue Preg.me Nonché Educatissime Elucubrazioni Deliranti da Pissicanalista Alle Vongole nei miei confronti se le può riprendere indietro e ficcarle nel…taschino.2. Non ho dato a lei, bensì a un suo omonimo (che coincidenza!) e sodale, del Giocatore Delle Tre Carte per il suo minchionesco commento (peraltro, per sua successiva ammissione, copiato dall’islamofobo idrofobo Spencer) di un passo coranico, ma visto che ci tiene lo posso tranquillamente applicare anche a lei, basta che mi faccia anche lei un altrettanto minchionesco commento su un passo coranico o p.es. sulla teologia islamica di Taha di cui le ho scritto (argomento che lei si guarda bene dall’affrontare).3) Il dialogo si fa tra persone RAGIONEVOLI e scevre da PREGIUDIZI RAZZISTI, qualità che lei dimostra ampiamente di non avere, pertanto ritengo che “dialogare” con lei sarebbe come farlo con…il mullah Omar.4) Visto quanto sopra, continui pure tranquillamente a “confrontarsi” coi musulmani come si faceva mille anni fa e che…Il Diavolo l’aiuti! Stia bene (se ci riesce.).

  20. Barbarie MATTA-2
    Egregio MATTA: 1. Vedo che continua imperterrito a fare il Gioco Delle Tre Carte, stavolta all’insegna del “se mio nonno avesse avuto le ruote…”:-). E’ questo il problema, che né Gesù né Maometto sono vissuti nel nostro tempo, bensì nei loro tempi e luoghi diversi – oltre che dal nostro – fra di loro e, pertanto ad ognuno di essi Dio impose una condotta diversa. Gesù e i suoi seguaci non potevano affrontare armi in pugno le potentissime legioni romane (avrebbero fatto la misera fine degli zeloti), pertanto il “peace&love” del buon Gesù e dei suoi seguaci era una scelta obbligata. Maometto, invece, come già detto, ridetto e stradetto – ma a voialtri islamofobi idrofobi in testa non entra mai, magari da qualche altra parte sì?:-) – ci provò all’inizio a predicare alla “peace&love”, ma i meccani pagani minacciarono di morte lui e i suoi seguaci e li costrinsero all’esilio forzato. A quel punto, siccome i pagani meccani non erano esattamente:-) l’Impero Romano, Maometto e i suoi li affrontarono con le armi, esattamente come le Sue Amatissime Tribù d’Israele avevano fatto precedentemente nei secoli con amorrei, kananei, amalechiti, filistei e chi più ne ha più ne metta. Ah, a proposito di amalechiti, temo che se si dovesse applicare il Suo Preg.mo Criterio Castroneggiante Dei Giorni Nostri, un certo Profeta Samuele – un Santo per la Chiesa Cattolica – sarebbe finito davanti al Tribunale dell’Aia per genocidio e crimini contro l’umanità, mentre il Tuo Amato Gesù probabilmente avrebbe dovuto rispondere di “apologia di reato”, in quanto non ha mai rinnegato l’operato del “genocida” Samuele…oltre che di “esercizio abusivo della professione medica”, cribbio!:-) 2. Bene, si apprende adesso che i castroneggianti commenti islamofobi ai versetti coranici 5:32 e 5:33 non erano farina del sacco di MATTA, bensì erano stati da lui copiati dai papiri degli islamofobi idrofobi Robert Spencer e Ibn Warraq. Due EMERITI FALSARI, contento MATTA, Emerito Copione da Due Emeriti Falsari? 3. Molto carina la Sua Preg.ma Idea Der Piffero di riformare l’islam tramite l’eliminazione sia del Corano che della Sunna…non mi dica che anche quella non è originale ma scopiazzata da Spencer o da Warraq, eh! Ma poi, una volta fatta tabula rasa, i Nuovi Sacri Testi dell’islam li scriverebbe lei da solo o chiamerebbe come coautore chessò…Ratzinger??!!:-) 4. Per sua informazione ripeto: Ritvan è il mio nome, esattamente come Giancarlo è il suo e, visto che qui non commenta altro Ritvan – diversamente dal suo caso, essendo qui almeno due commentatori che si chiamano Giancarlo – e non è richiesto dai gestori del sito non vedo la necessità di mettere anche il mio cognome. Comunque, se vuole sapere – oh, per fini moooolto nobili e cristianamente caritatevoli, s’intende, lei ama taaaaanto il prossimo suo, cribbio:-) – anche il mio cognome, l’accontento subito: è Shehi…vuole altre informazioni, Egregio, tipo indirizzo, telefono, codice fiscale ecc., sempre per i suoi suddetti fini nobili e caritatevoli, s’intende?:-) Non ha che da chiedermelo, eh, io diversamente da lei tengo in debita considerazione tutti i suoi castroneggianti deliri!:-)

  21. Islamofobi fate ridere.
    Islamofobi fate ridere. L’antico testamento mostra un dio che esige sacrifici e si compiace dell’odore della carne bruciata, un dio che odia, divide, distrugge la propria creazione, punisce, minaccia… insomma, una specie di demone. Ora quel dio è sia il dio dei cristiani che degli ebrei… e voi volete ancora accusare i musulmani che il corano sia un libro nefasto? Ma avete letto l’antico testamento??? Fate ridere, davvero, che siete così ipocriti che tollerate (e magari votate) i Fiorito, i mafiosi ed i corrotti di casa nostra, ma poi fate i moralisti per una bambina pachistana! E dice bene l’anonimo delle 18 e qualcosa… a quando uno studio sulle bambine italiane promesse spose ai clan mafiosi??? IPOCRITI! P.S., un abbraccio a Ritvan!

  22. l’islam….è un popolo di santi
    Lei è veramente un caso patologico. Se ciò la può aiutare le posso affermare quanto segue. “l’islam è un popolo di santi!” – Però se questo non le basta, ha allora tutto il diritto di proseguire nella propria vita in preda ad un irrimediabile delirio. Guardi che personalmente non la vorrei offendere consigliandole uno psicanalista, bravo naturalmente, in quanto il suo caso, per quanto ho potuto constatare e lasciato in balia della sua indole malata, può prevedere solo due sbocchi: il suicidio, l’omicidio od anche tutti e due che sarebbero entrambi aderenti alle sue infantili turbe psichiche. Certo anche il suo modo di esprimersi è molto rozzo, però una cosa alla volta: prima la psiche che necessita di cure urgenti e dopo la grammatica. Leggo inoltre, e con grande mio divertimento. che allude ad un certo “taschino” ed immagino anche con quale finezza mentale ci sia arrivato. Io, per contro, preferisco un linguaggio meno metaforico per cui, quando lei viene assalito quotidianamente dalle sue turbe ed anziché scatenarsi contro il mondo, si sieda, si calmi un po’, e se non passa, si faccia un bel clistere di acqua fredda. Non si sa mai. E per chiudere, quando mi saluta, non scimmiotti come ha fatto il mio precedente saluto che, se le è piaciuto, denota comunque anche scarsa fantasia, ma nel suo caso sarebbe proprio il minor problema. Si goda la vita….se ce la fa; altrimenti si rifugi nelle sue pertinenti preghiere.

  23. AA
    Tu, brutto idiota ignorante, osi dire che solo perché nell’antico testamento della Bibbia Dio è cattivo e vendicativo ci metti nel loro stesso piano? Cristo, ma hai il salame agli occhi? Non vedi come sono rimasti indietro quelli, e guarda noi cosa siamo diventati! Rinascimento, Umanesimo, Illuminismo, Democrazia, Libertà, diritti per le donne sono per loro concetti astratti e privi di senso. E osi per caso dire il contrario? Dimmi, se insulto il papa, la santa inquisizione mi frusterà a sangue per caso? Magari nel XVII secolo, non nel XXI secolo!

  24. Una riga per Ritvan
    Caro Ritvan,

    non ti rispondo neanche: l’unica cosa che ti dico è che il fatto che un personaggio come te sia intervenuto è la riprova della giustezza di quanto ho scritto. Saluti.

  25. L’islam non c’entra?
    Ditelo agli islamisti prima che a noi. Anche Malala è musulmana, eppure le han fatto quello che le han fatto.

    PS. Anche il commento di prima era mio.

  26. Commiato.
    L’egregio Ritvan Shehi e l’Anonimo AA parlano di “dio” come se lo incontrassero tutte le mattine a colazione. Affari Loro: posto che giammai interessasse a qualcuno, il sottoscritto fu, e per adesso è, Agnostico. Buon viaggio a entrambi.
    Agli altri Commentatori mi permetto fare notare come il musulmano Ritvan appaia affetto da una pericolosa malattia mentale contagiosa di tipo colerico chiamata “islamismo”, siccome manifesta con discariche di disgustosa, petulante virulenza logorroica tale grave patologia.
    Quelle discariche verbali possono anche risultare offensive, ma anzitutto movono l’Osservatore sereno a compassione ( e legittimo disprezzo ) per chi le manifesta.
    Il probabile analfabeta e visionario maometto, notoriamente criminale, e –secondo vari studiosi, adoperando terminologie attuali– epilettico, lenone e pedofilo, commise gesta storicamente accertate che, alla epoca nostra, sono meritevoli di pene della massima gravità, nonché di totale biasimo.
    Il valutare tali atti secondo i costumi e le passioni del tempo e del luogo ove furono perpetrati sottende –è ovvio– la opportuna presa di distanza da quel soggetto e da certi suoi “insegnamenti” comunque trasmessi e / o interpretati.
    Coloro i quali attualmente séguitano ad ispirarsi al corano criminale e perciò commettono certi fatti abominevoli che anche da queste colonne esecriamo (sorvolando su alcuni loro atteggiamenti ridicoli e degradanti, tipo il pregare colla fronte a terra e il sedere sollevato), giustificano la IslamoFobia
    ( = PAURA dell’ISLAM ) di persone consapevoli, libere e civili. Concludo.
    La minaccia di infezione del colera mentale chiamato “islamismo” si contiene con la islamofobia ( = paura dell’islam ) e si debella con il vaccino chiamato “libertà di critica” e con la severa vigilanza sociale ( cfr Articolo 52 della Costituzione italiana).

  27. Piacevole Alessandra Boga,
    Piacevole Alessandra Boga, Lei ha suscitato un vero vespaio. Complimenti e buon lavoro.

  28. @ Alessandra Boga
    Cara Alessandra, il “personaggio” Ritvan mica avevo chiesto una risposta da un “personaggio” come te, eh! L’articolo da te scritto era chiaro, la solidarietà del Presidente (musulmano) e del popolo (musulmano) pakistano alla ragazza correttamente riportati. Però, già che ci sono, una sola osservazione: nell’articolo si parlava – e giustamente – di “gruppo integralista” e allora non sarebbe stato altrettanto giusto che la definizione venisse riportata anche nel titolo (anche se so che nel giornalismo spesso e volentieri il titolo non lo fa chi scrive l’articolo)?P.S. Riguardo al tuo “Ditelo agli islamisti prima che a noi”, come ho già spiegato a suo tempo ai commentatori che mi hanno rivolto più o meno lo stesso amorevole:-) invito, non dispongo dei mezzi necessari – linguistici, pecuniari e quant’altro – per farlo e in ogni caso dubito fortemente che i suddetti integralisti islamici fanatici starebbero a sentirmi, esattamente come gli integralisti islamofobi idrofobi e razzisti che infestano questo spazio di commenti. Saluti.

  29. @ l’Agnostico Devoto MATTA
    Esimio Agnostico Devoto, criminale, epilettico, lenone e pedofilo ci sarà lei. In più, affetto da una pericolosa malattia mentale – purtroppo incurabile anche dalla moderna psichiatria – chiamata RAZZISMO. Pertanto, è gentilmente pregato di tornare a infilarsi nella schifosa fogna da cui è uscito per spargere le sue fetenti deiezioni verbali qui. P.S. Cito l’art.52 della Costituzione da lei invocato: “Art. 52.La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino. Il servizio militare è obbligatorio nei limiti e modi stabiliti dalla legge. Il suo adempimento non pregiudica la posizione di lavoro del cittadino, né l’esercizio dei diritti politici.L’ordinamento delle Forze armate si informa allo spirito democratico della Repubblica.”.Delirante creatura, quando vede la flotta turca avvicinarsi a Lepanto ci fa un fischio, così le Forze Armate italiche possano affrontarla col dovuto “spirito democratico della Repubblica”?:-). P.S.2 (per AA): ricambio di cuore l’abbraccio!

  30. Sempre per la sig.ra Boga
    Le cose che dico io le dicono da tempo nel mondo arabo-islamico personaggi musulmani ben più autorevoli del sottoscritto, poi se i talebani fanno orecchie da mercante…Cito in proposito dall’articolo del famoso romanziere egiziano Al Aswani, pubblicato sul Corriere della Sera qualche giorno fa.
    “Gli sceicchi estremisti calpestano la nostra tradizione: Maometto era un uomo mite, che giocava con i suoi nipotini”
    “Ma che immagine si sono fatti gli occidentali dell’Islam? La risposta, ahimè, è
    desolante. Le stragi di civili innocenti perpetrate da Osama bin Laden e dai suoi seguaci fondamentalisti hanno prodotto un’immagine talmente distorta dell’Islam che oggi molti occidentali credono che la religione musulmana predichi massacri e violenza.”
    “… animati da sentimenti di giustizia e tolleranza, essi (i primi musulmani arabi-ndr.) seppero dare un esempio di Islam civilizzatore che convinse milioni di persone ad abbracciare la nostra fede. Basta confrontare la tolleranza islamica verso i copti egiziani dopo la
    conquista dell’Egitto con gli efferati massacri compiuti dalle armate cristiane, con l’appoggio della Chiesa cattolica, ai danni di musulmani ed ebrei dopo la caduta dell’Andalusia.”
    “…il profeta Maometto ci ha insegnato la verità, la giustizia, la libertà e l’uguaglianza….”
    “La cosa strana è che l’Islam seppe esaltare i diritti umani con secoli di anticipo sull’Occidente, ma oggi ci sono musulmani che li calpestano….”
    “Ci sono sceicchi che invocano il matrimonio delle bambine appena varcata la soglia della pubertà, anche se hanno soltanto dieci anni….Chiunque intrattenga relazioni sessuali con un bambino è un criminale e uno squilibrato, che dovrebbe essere arrestato e processato, poi sottoposto a
    trattamento terapeutico in prigione. Le più recenti ricerche confermano che il profeta Maometto sposò Aisha quando la ragazza aveva all’incirca 19 anni, e non nove come si afferma comunemente….”
    “L’Islam ha dato al mondo una grande civiltà, con il contributo di musulmani, cristiani ed ebrei. È stato un faro di conoscenza per sette secoli e ispiratore di valori umani e sociali fondamentali, quali amore, giustizia e clemenza, ma oggi ci sono musulmani che gettano discredito sulla loro religione. Se vogliamo rilanciare l’immagine dell’Islam, occorre innanzitutto rendersi conto che
    quell’immagine potrà essere salvata soltanto da una riforma che cominci dalla base. Dobbiamo lavorare, progredire e rispettare i diritti umani, se vogliamo che il mondo ci rispetti. E l’unica soluzione è la democrazia.”. Saluti.

  31. Non entro nella polemica tra
    Non entro nella polemica tra “buoni” e “cattivi” né mi permetto di insultare la fede di chichessia, però vorrei solo far notare che il Cristianesimo e l’Ebraismo hanno avuto riforme che ne hanno smussato gli aspetti più violenti e intolleranti e li hanno resi compatibili con la società laica e pluralista. L’Islam, purtroppo, non ha ancora subito un’evoluzione in tal senso, che lo porti quantomeno a rifiutare quegli aspetti della Sharia incompatibili con le società più avanzate. Per questo l’oppressione della donna, i delitti per apostasia e l’intolleranza verso le altre fedi sono ancora una realtà in molte società islamiche. Esistono certamente musulmani autenticamente democratici o sistemi giuridici che, grazie ad un’interpretazione elastica del Corano, riescono ad essere meno letteralisti e integralisti dei Talebani, ma non esiste ancora un movimento islamico politicamente e teologicamente in sintonia con le conquiste delle società occidentali. Lo aveva già fatto notare Oriana Fallaci, con l’intelligenza che la distingueva, e questo, secondo me, è il nocciolo della questione. Finché non si riuscirà a relativizzare il Corano, conservando l’aspetto mistico ma prendendo le distanze da quello normativo, le società islamiche saranno sempre rallentate nel loro sviluppo da questo Libro, un tempo massima forza propulsiva, oggi freno di intere popolazioni. Fanno parziale eccezione solo quelle società nelle quali è penetrato uno spiraglio di laicità, come ad es. la Turchia, ma, finché il Corano rimarrà l’unica guida del mondo islamico, esso continuerà ad essere “…la malattia di cui crede di essere la cura”, per parafrasare il famoso aforisma di Karl Kraus sulla psicoanalisi.

  32. “Barbarie Islamista”
    E’ un piacere leggere quello che il Signor G. Matta scrive. Con ironia, rara chiarezza e stile giustamente aggressivo espone il tema della “islamofobia” e del pericolo musulmano in modo che tutti possiamo farci un’ idea di chi ci troviamo tra i piedi. Le sue osservazioni sono pressoché inconfutabili. E’ consolante pensare che sono moltissimi gli ex musulmani rinsaviti e magari convertiti a qualche altra religione o più semplicemente indifferenti, mentre praticamente nessuno o pochissimi sono quelli che si fanno musulmani lasciando una precedente religione. Tra questi ultimi, annoveriamo alcuni comunisti nostrani. E ti pareva…? A Alessandra Boga auguriamo buon lavoro!

  33. attenzione ragazzi,non
    attenzione ragazzi,non fatevi trascinare in discorsi inutili,il versetto 5:33 contiene un affermazione peggiore dell’ ordine di uccidere, fare la guerra ad allah? ma chi sarebbe così pazzo da fare la guerra ad allah il creatore dei mondi di tutte le cose e di ogni uomo e donna esistenti sulla terra,cioè DIO avrebbe creato degli esseri inferiori a Egli che sarebbero in grado di fargli la guerra? le cose sono due?; o è pazzo pure lui o si annoiava parecchio. oppure più verosimilmente Gibril non è stato molto attento agli appunti che prendeva il profeta mentre gli infondeva il sacro corano. in quanto alla bibbia che contiene tutte le cose ed anche altre,che descrive aa, non sono un segreto infatti sono presentate molto chiaramente così come sono,a differenza del corano, la violenza sul mondo non finirà mai il paradiso non è sulla terra, i talebani sono convinti di poterlo costruire qui il loro paradiso a misura per loro stessi.
    auguri Malala che tu possa vincere la battaglia per la vita,e un giorno possa combattere per la libertà non solo per le musulmane ma anche per tutte le donne non musulmane che sono finite schiave dell’ islam.

  34. @ Alessandra Boga
    Per la nota serie “Grazie della censura Occidentale!”, riposto: Cara Alessandra, il “personaggio” Ritvan mica avevo chiesto una risposta da un “personaggio” come te, eh! L’articolo da te scritto era chiaro, la solidarietà del Presidente (musulmano) e del popolo (musulmano) pakistano alla ragazza correttamente riportati. Però, già che ci sono, una sola osservazione: nell’articolo si parlava – e giustamente – di “gruppo integralista” e allora non sarebbe stato altrettanto giusto che la definizione venisse riportata anche nel titolo (anche se so che nel giornalismo spesso e volentieri il titolo non lo fa chi scrive l’articolo)?P.S. Riguardo al tuo “Ditelo agli islamisti prima che a noi”, come ho già spiegato a suo tempo ai commentatori che mi hanno rivolto più o meno lo stesso amorevole:-) invito, non dispongo dei mezzi necessari – linguistici, pecuniari e quant’altro – per farlo e in ogni caso dubito fortemente che i suddetti integralisti islamici fanatici starebbero a sentirmi, esattamente come gli integralisti islamofobi idrofobi e razzisti che infestano questo spazio di commenti. Saluti.

  35. Alcune risposte dovute
    Per la nota serie “Grazie della censura Occidentale!” riposto:
    @ GIANCARLO TORTOLI
    L’islam non è un popolo di santi e, come ogni popolo, ha anche i propri peccatori e perfino i propri delinquenti fanatici. I fetentissimi razzisti come lei, però, hanno la sana abitudine di attribuire a un intero popolo le caratteristiche negative dei peggiori elementi di quel popolo. E naturalmente vengono ripagati della stessa moneta da altri razzisti…”italianen mafiosen” le dice niente?P.S. Io, invece, purtroppo non conosco alcun bravo psichiatra che abbia potuto curare con successo un infame RAZZISTA e fascista come lei, pertanto l’unico consiglio che le posso dare – in un linguaggio il meno metaforico possibile, proprio come piace a lei e senza offesa – è quello di andare a farsi fottere!
    @ GIANCARLO MATTA
    Esimio Agnostico Devoto MATTA, criminale, epilettico, lenone e pedofilo ci sarà lei. In più, affetto da una pericolosa malattia mentale – purtroppo incurabile anche dalla moderna psichiatria – chiamata RAZZISMO. Pertanto, è gentilmente pregato di tornare a infilarsi nella schifosa fogna fascista da cui è uscito per spargere le sue fetenti deiezioni verbali qui. P.S. Cito l’art.52 della Costituzione da lei invocato: “Art. 52.La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino. Il servizio militare è obbligatorio nei limiti e modi stabiliti dalla legge. Il suo adempimento non pregiudica la posizione di lavoro del cittadino, né l’esercizio dei diritti politici.L’ordinamento delle Forze armate si informa allo spirito democratico della Repubblica.”.Delirante creatura, quando vede la flotta turca avvicinarsi a Lepanto ci fa un fischio, così le Forze Armate italiche possano affrontarla col dovuto “spirito democratico della Repubblica”?:-). P.S.2 (per AA): ricambio di cuore l’abbraccio!

  36. caro ritvan stai più
    caro ritvan stai più calmo, altrimenti non riesci a sembrare moderato,e fa male al fegato.
    ma fammi capire, ogni volta che ne parli l’età di aisha sposa si alza, l’altra volta dicesti 16,non è che pian piano me la fai sposare vecchia sta ragazza.

  37. @ luigi il kattivo
    Kattivissimo, sempre a leggere distrattamente il Corano tu, eh! 1. Il versetto 5,33 recita “…guerra ad Allah e al Suo Messaggero…”, ovvero guerra anche al Profeta Maometto e, per estensione, anche ai seguaci del sullodato Allah e del sullodato Messaggero. Capito adesso o serve anche un disegnino a fumetti?:-) 2. Il profeta non prendeva appunti – tanto che voialtri islamofobi lo accusate spesso e volentieri ad minchiam di “analfabetismo” – ma imparava a memoria i dettami del buon Gibril e poi li faceva apprendere sempre a memoria dai suoi seguaci più dotati di memoria: dici che lo faceva per risparmiare sui costi di segreteria?:-) 3. Stai forse dicendo che la Bibbia è esplicitamente più “guerrafondaia” del Corano? Attento che i tuoi cari sodali islamofobi idrofobi di qui ti mordono sul collo, eh! 4. A proposito di analfabetismo e islamofobi idrofobi, non vorrei che qualcuno di questi ultimi accusi pure te di “analfabetismo”, sai, non sta bene scrivere “a egli” all’accusativo, quando il pronome della terza persona singolare è un complemento e non un soggetto, forse:-) è meglio scrivere “a lui”, che dici?:-)

  38. Barbarie islamica
    Si è arrabbiato musulmanoRitvan, a causa delle mie osservazioni (e non solo delle mie). Talvolta la verità offende… . Da bravo musulmano incapace di repliche sensate si abbandona all’insulto dimostrando di sapere trattare altri come fossero suoi pari. Poveretto. Per colui, oramai tutto è perduto: tutto, fuorché l’odore.
    O, per meglio dire, il tanfo di odio che emana. Non è degno di insulti: “musulmano” è più che sufficiente. Vada a pregare con la fronte a terra e il sedere all’aria. Postura degradante adatta a colui.
    Alla larga.

  39. Per Ritvan
    Ritvan,

    non hai richiesto la mia risposta, ma se permetti ho scritto io l’articolo, ergo… !
    Come hai immaginato tu, non ho scritto io il tipo, ma la matrice di quello che è successo a Malala (musulmana anche lei) ed è inutile negarlo, per il bene dei musulmani onesti con i quali gli occidentali e i non musulmani possono dialogare. Se i musulmani (e gli occidentali che li sostengono) non riconoscono questo, hai voglia a frignare e a parlare di islamofobia… .

    PS. Appunto, ho parlato della soldarietà del Presidente pakistano, che però era anche doverosa.

  40. Barbarie sempre più MATTA
    Esimio Agnostico Devoto&Islamofobo Idrofobo MATTA 1. Le sue non erano “osservazioni” bensì insulti menzogneri al Profeta dell’islam, insulti a cui ho risposto ricacciandoglieli indietro. 2.Io non la considero mio pari, visto che io non sono un fascistoide ratto fognario. 3. Confonde l’odio col disprezzo, l’unico sentimento che provo nei confronti dei ratti fognari fascistoidi suoi pari. 4. Vada a mostrare il suo sedere a qualche prete pedofilo, chissà, magari in assenza di bambini potrebbe gradire.

  41. @ luigi il kattivo
    Caro kattivissimo luigi, la tua preoccupazione per la salute del mio fegato è davvero commovente, però dovresti sapere che tale organo soffre di più – si dice “si rode”, no? – se le cose si tengono dentro. O che per caso saresti così kattivo da farmi rodere il mio fegato?! P.S. Leggi meglio: sull’età di Aisha sposa ho riportato qui le parole dello scrittore egiziano Al Aswani, il quale magari avrà delle fonti più aggiornate delle mie. Per parte mia confermo quello che avevo scritto in proposito e che si basa sulle dichiarazioni della sorella maggiore di Aisha, Esma, riportate dalle stesse fonti biografiche del Profeta. Più precisamente Esma dichiarava in età molto avanzata (sulla novantina), età in cui calarsi gli anni non ha senso: “Fra me e mia sorella Aisha c’era una differenza d’età di 10 anni e io, quando lei sposò il Profeta, ne avevo circa 27”. Ti è più chiaro adesso o serve un disegnino a fumetti?:-)

  42. caro ritvan
    per me l’età in cui aisha si è concessa ti dico la verità non mi frega nulla, fatti suoi, la domanda più importante l’hai evitata. si può fare la guerra ad allah?,fare la guerra al profeta e ai musulmani buoni o cattivi che siano equivale a fare guerra ad allah. il corano dice : ciò che prendete con la guerra con la guerra può esservi tolto. non c’e dubbio che se fossi a capo di un esercito spianerei tutta l’arabia, non mi darebbero fastidio i morti, ma quanto il resto dei musulmani che si offenderebbero, daltronde farei solo una delle cose descritte nel corano.

    ps adoro i fumetti se vuoi fai qualche disegno.

  43. Barbarie islamica
    “Quali terribili maledizioni getta il culto di maometto sui suoi seguaci! ………… L’ influenza di quella religione paralizza lo sviluppo sociale di coloro che la seguono. Al mondo non esiste una forza retrograda più grande. Lontano dall’essere moribondo, il culto di maometto è una fede proselitizzante e militante. Si è già diffusa attraverso l’Africa Centrale, e se non fosse che la Cristianità è difesa dalle forti braccia della scienza – la scienza contro cui ha vanamente lottato – la moderna Civiltà europea potrebbe cadere, così come cadde la civiltà dell’antica Roma.”

  44. @ luigi il kattivo
    Carissimo&Kattivissimo luigi del 31/10/12 12:56 1. Se come dici adesso “per me l’età in cui aisha si è concessa ti dico la verità non mi frega nulla, fatti suoi”, allora dovresti far pace col cervello, visto che il 26/10/12 15:56 mi hai chiesto:” ma fammi capire, ogni volta che ne parli l’età di aisha sposa si alza, l’altra volta dicesti 16…”. E io, che son Buonissimo:-) ti ho fatto capire (spero, eh), pertanto il gioco delle tre carte vattelo a fare davanti alla Stazione Centrale di Napoli, per favore! 2. Anche alla Tua Cara Domanda Più Importante ho risposto il 26/10/12 18:45 , pertanto vattelo a rileggere…sai, purtroppo lo spazio dei commenti non mi accetta i disegnini a fumetti:-). 3. Mi sa che il copincolla a pappagallo dai soliti siti islamofobi idrofobi ti abbia tradito, pertanto ti chiedo – e tu gira la questione al Tuo Caro Sito Islamofobo da cui l’hai pescata – numero di sura e versetto della tua “ il corano dice : ciò che prendete con la guerra con la guerra può esservi tolto”, perché sai, a me ‘sta frase non risulta nel Corano. 4. I tuoi deliri guerrafondai nei confronti dell’Arabia (quella Saudita, immagino) li trovo inquietanti…ti ricordo, però, che l’Arabia Saudita è alleata degli USA, pertanto temo che il tuo fantomatico esercito farebbe la fine di quello di Saddam quando invase il Kuwait..e tu pure faresti la stessa fine di Saddam, se qualche drone USA non ti abbia infilato prima un missile nel cervello mentre conduci la Tua Gloriosa Armata fra le sabbie arabiche…

  45. Barbarie plagiaria(?) sempre più MATTA
    Esimio MATTA, non sta bene copincollare i detti altrui senza citarne l’autore…qualcuno potrebbe accusarla di PLAGIO, sa?! Rimedio subito io: le fetenzie islamofobe da lei copincollate il 01/11/12 09:16 sono di un certo Winston Churchill. E i vomiti churchilliani contro l’islam sono comprensibili, tenendo conto che quando li ha scritti il giovane ufficiale Churchill difendeva armi in mano I Gloriosi Interessi Dell’Impero Britannico in Sudan contro la ribellione islamica locale…insomma, una fonte altamente imparziale quel Churchill lì…un po’ come citare Goebbels a proposito dell’ebraismo, non crede?:-). P.S. Sullo stesso “galantuomo” così scrive Sergio Romano sul Corsera:” Fra Mussolini e Churchill, durante gli incontri di Roma, corre subito una sorta di attrazione. Charles Lamb, autore di un libro su Mussolini e gli inglesi pubblicato nel 1997 presso Corbaccio, ricorda che in Italia nel 1927, parlando con alcuni giornalisti, Churchill ammise di essere affascinato dal capo del fascismo e aggiunse: «E’ evidente a chiunque che egli pensa soltanto al bene duraturo – del popolo italiano – se io fossi italiano, sarei stato con voi fin dal principio».”. E non parliamo poi dei bombardamenti TERRORISTICI e senza alcun beneficio strategico da lui ordinati alla fine della IIGM contro città inermi ed indifese di Italia e Germania, nonché della consegna a Stalin dei prigionieri anticomunisti cosacchi e delle loro famiglie. Uno lo ha definito “un cinico bastardo”…pertanto, se lo tenga stretto, Egregio MATTA…si vede che Allah vi fa e poi vi accoppia….

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here