“Marino ci ascolti o sarà sciopero”, bufera sul salario accessorio

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

“Marino ci ascolti o sarà sciopero”, bufera sul salario accessorio

03 Agosto 2014

La decisione di legare il salario dei dipendenti del comune alla loro produttività presa dal Campidoglio a Roma com’era prevedibile solleva un vespaio tra lavoratori e sindaco Marino. C’è il salario di produttività, le indennità accessorie cancellate, maggiore flessibilità nei turni, nel nuovo contratto decentrato che il Campidoglio ha firmato in modo autonomo dai sindacati . "Abbiamo scritto un documento che permetterà agli impiegati del Comune di continuare ad avere il salario accessorio", ha detto Marino, "Se io oggi non avessi preso la decisione noi non saremmo stati nelle condizioni di pagare il salario accessorio ad agosto". Marino ha anche criticato le reazioni scomposte dei sindacati: "Sono sconvolto da chi, in una manifestazione sindacale, usa la violenza anzichè il confronto civile", "la cultura sindacale che conosco e rispetto da sempre non usa la violenza fisica o verbale."