Home News Medio Oriente: Olmert condanna tifosi Betar

Medio Oriente: Olmert condanna tifosi Betar

0
37

Il premier israeliano Ehud Olmert ha condannato duramente le intemperanze dei tifosi del Betar Gerusalemme che ieri hanno espresso disprezzo alla figura di Yizhak Rabin e manifestato sostegno al suo assassino, Igal Amir.

“Provo disgusto verso quelle persone volgari e violente.” Ha dichiarato. “Esse non sono affatto una minoranza esigua. Combatteremo contro i fenomeni che loro rappresentano con una tolleranza zero e avremo il sopravvento”.

Tornando col pensiero al 1995, l'anno in cui Rabin fu ucciso da un estremista dopo mesi di sobillazioni dalla destra nazionalista, Olmert ha aggiunto: “ricordiamo l’atmosfera che essi (i tifosi del Betar Gerusalemme, ndr) crearono nelle strade, il clima di odio, la forme di intolleranza, la loro disponibilità a frantumare la vita democratica”. “Non consentiremo - ha proseguito - che ciò avvenga di nuovo. Combatteremo contro di loro con tutta la forza”.

Olmert ha poi criticato la diffusione ieri a Gerusalemme di poster che raffiguravano il capo dello stato Shimon Peres con una keffya palestinese in testa. “Chi presenta il Capo dello stato di Israele con una keffya - ha osservato - vuol dire che egli non appartiene a noi, ma ai nostri nemici, che non rappresenta noi, ma i nostri nemici. Cosi' iniziò anche allora (la campagna anti-Rabin, nel 1995 - ndr). Noi combatteremo contro queste espressioni di odio”.

Riguardo i temi del discorso pronunciato ieri a Gerusalemme alla presenza del Segretario di stato Usa Condoleezza Rice e dell'emissario del Quartetto Tony Blair, Olmert ha ribadito che “Israele vuole una sicurezza basata sulla pace e per avere la pace bisogna essere pronti a concessioni”, e ha concluso “Lo sanno tutti”.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here