Merkel e Sarkozy d’accordo sull’indipendenza della Bce

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Merkel e Sarkozy d’accordo sull’indipendenza della Bce

16 Luglio 2007

La cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Nicolas Sarkozy si sono messi d’accordo sulla necessità dell’indipendenza della Banca Centrale Europea. Al tempo stesso, però, Sarkozy ha ribadito che la moneta europea è attualmente troppo forte.

“L’indipendenza della banca centrale è molto importante per l’eurozona”, ha
detto la Merkel nel corso della conferenza stampa al termine dell’incontro in
cui è anche stata raggiunta l’intesa su Eads, l’azienda aereo-spaziale paneuropea

Il presidente francese ha detto di non voler toccare l’indipendenza della Bce, ma ha criticato il “dumping monetario” di cui soffre la zona euro rispetto agli altri paesi: “Il problema – ha detto – non è il livello dell’euro, ma quello delle altre valute”.

Negli ultimi giorni il governo tedesco si era mostrato preoccupato per gli attacchi alla Bce da parte di Sarkozy. Per contrastare la linea del governo francese, il ministro delle Finanze tedesco Peer Steinbrueck, aveva dichiarato di non essere preoccupato per l’euro forte non lo preoccupi, anzi di amare un’euro forte