Home News Mihajlovic: quando “Restiamo Umani” non vale per tutti

Offese politicamente corrette?

Mihajlovic: quando “Restiamo Umani” non vale per tutti

0
11

Nel corso degli ultimi anni, il mantra della sinistra è stato il grido accorato “Restiamo umani”, il quale era ed è da contrapporre – con articoli, slogan, hastag – a quella che veniva e viene additata come disumanità: quest’ultima proviene dalla destra, che è rancorosa e cattiva.

 

Peccato, però, che per far venir meno l’umanità della sinistra sia sufficiente dichiararsi di destra oppure fare un semplice endorsement ad un candidato del centrodestra. Questa volta la vittima dell’odio di una parte della sinistra “umana” e “buona” è Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna, in lotta contro leucemia e reo di aver espresso il suo sostegno a Lucia Borgonzoni, candidata di centrodestra per la presidenza dell’Emilia-Romagna. Difatti, non appena la notizia ha iniziato a circolare sulle agenzie di stampa e sui siti dei maggiori quotidiani sia emiliano-romagnoli, sia nazionali, sui social si sono scatenati molti di utenti – chiaramente appartenenti alla parte politica già menzionata – con i più variegati insulti: questi ultimi non comprendono solo augurii di morte e commenti allusivi sul tumore. Anzi, alcuni sono anche più espliciti, come quello che “Curati, vai che ne hai bisogno”; altri, poi, sono delle analisi cliniche come quello che dice“la chemio ha effetti collaterali”. Tuttavia, il gran premio per l’umanità lo merita un ulteriore post, che, senza giri di parole, sentenzia: “Questo per farvi capire che a volte uno le disgrazie se le merita”.

 

Leggendo tutto queste parole vergognose, sorge spontaneo un interrogativo: che fine ha fatto il “Restiamo Umani”? Si è forse è incagliato a sud di Lampedusa?

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here