Milano. Clandestino operava abusivamente come dentista

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Milano. Clandestino operava abusivamente come dentista

02 Marzo 2010

Un peruviano clandestino di 34 anni è stato denunciato a Milano per esercizio abusivo della professione medica. Aveva aperto, all’interno di una cantina, uno studio dentistico perfettamente attrezzato dove svolgeva l’attività di medico odontoiatra.

Secondo la Polizia urbana aveva almeno 200 pazienti. Lo studio abusivo è stato scoperto in via Imbonati, alla periferia della città. Il locale, di circa 25 metri quadri, era stato perfettamente attrezzato con sedia e strumenti professionali da dentista. Nella scrivania sono stati trovati anche i libri contabili e un’agenda pazienti.

"Dobbiamo constatare che, dopo i cinesi con le cliniche di aborti e le farmacie clandestine, l’ esercizio abusivo della professione medica si diffonde anche tra i sudamericani", ha detto il vicesindaco e assessore alla sicurezza Riccardo de Corato, invitando i cittadini a fare molta attenzione al fenomeno.