Miliziani armati nel Parlamento libico, ci sono feriti

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Miliziani armati nel Parlamento libico, ci sono feriti

29 Aprile 2014

A Tripoli, in Libia, un gruppo di uomini armati appartenenti alle milizie che rendono il Paese instabile ha fatto irruzione nel Parlamento interrompendo i lavori del Congresso Generale. Secondo il sito della BBC i miliziani hanno fatto dei feriti sparando sui congressisti. L’Assemblea, che stava votando per dare un nuovo premier al Paese, ha interrotto i lavori. Il primo ministro uscente, Abdullah al Thani, si era dimesso il 13 aprile scorso, a 5 giorni dal suo insediamento, dopo che i suoi familiari erano stati minacciati. Il nuovo premier libico dovrebbe traghettare il Paese fino alla nuova elezione della Camera dei Rappresentanti, che sostituirà il Congresso. Il Congresso ha già superato da mesi il suo compito.