Home News Monito OCSE: riddurre tasse o crescita a rischio

Monito OCSE: riddurre tasse o crescita a rischio

0
2

L’outlook dell’OCSE sull’economia globale, traccia sule finanze pubbliche italiane un quadro non troppo prospero.. Infatti, per quanto in un solo anno l'Italia sia riuscita a risanare i suoi conti pubblici di una consistenza “notevole, praticamente senza precedenti", il prezzo di "un forte aumento" della pressione fiscale pagato per ottenere questo risultato potrebbe portare, se dovesse mantenersi su questi livelli, a una "serie ripercussioni per la crescita nel medio termine”.
"Una volta messo sotto controllo il deficit - avverte l'Ocse - bisognerebbe trovare spazi per la riduzione delle tasse". Dopo la chiusura del 2006 con un rapporto deficit Pil al 4,5%, causato dalla sentenza Ue sui rimborsi Iva per le auto aziendali, l'Ocse fa delle previsioni "un po' meno ottimistiche rispetto a %0Aquelle del governo", stimando un taglio al 2,5% sia per quest'anno che per il 2008. "Un risanamento notevole - si legge - ma ottenuto con un aumento di 2 punti delle imposte rispetto al Pil". Più forte invece l’avvertimento di Alexandra Bibbee, responsabile del Desk Italia all'Ocse, che si è detta preoccupata per le pressioni presenti nel Paese per utilizzare il cosiddetto 'Tesoretto', che dovrebbe essere destinato alla riduzione del deficit piuttosto che per politiche economiche espansionistiche.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here