Morta la madre di D’Alema

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Morta la madre di D’Alema

10 Marzo 2008

È morta la scorsa notte Fabiola
D’Alema, madre del vicepremier e ministro degli esteri, Massimo
D’Alema.

La signora Fabiola viveva a Roma ed era malata da
tempo.

Fabiola Modesti veniva da una
famiglia di antifascisti. Aveva sposato nel 1948 Giuseppe
D’Alema dirigente e parlamentare del Pci. Da lui ebbe due figli
Massimo e Marco.

Il marito, nato a Ravenna il 15 maggio del 1917
e morto a Roma nel ’94, laureato in scienze sociali e politiche,
fu – come ricorda l’Anpi – tra gli organizzatori dei gruppi di
opposizione al regime fascista negli atenei di Bologna e
Firenze. Aderì poi alle prime formazioni partigiane con il nome
di battaglia di Alberto. Fu eletto deputato per cinque
legislature consecutive.