Morti bianche. Napolitano: leggi non bastano, ma indispensabili

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Morti bianche. Napolitano: leggi non bastano, ma indispensabili

01 Maggio 2008

Per arginare il tragico fenomeno delle
morti sul lavoro “le leggi e i regolamenti non bastano ma sono
strumenti indispensabili”. Lo ricorda, nel giorno della Festa dei
lavoratori, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Che, come è accaduto più volte in passato, rilancia l’invito a
tutte le forze politiche e sociali a fare la propria parte per
scongiurare questo fenomeno.

Intervenendo alla cerimonia all’Inail, Napolitano ha posto
l’accento sulla necessità di proseguire anche da un punto di
vista legislativo in materia di sicurezza sul lavoro. “Occorre
andare avanti, pur attraverso le revisioni, i miglioramenti, gli
affinamenti che si riterranno necessari: tenendo conto delle
esperienze normative compiutesi – ha detto il presidente –
partendo da una loro obiettiva valutazione tenendo fermo
l’obiettivo irrinunciabile dell’abbattimento degli incidenti sul
lavoro”.