Mose, Fabris: “Ridurremo ancora i costi del Consorzio Venezia”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Mose, Fabris: “Ridurremo ancora i costi del Consorzio Venezia”

18 Giugno 2014

Il presidente del Consorzio Venezia Nuova, Mauro Fabris, annuncia che entro questa settimana il consorzio stesso farà al Ministero delle Infrastrutture "una serie di proposte operative per ridurre i costi del progetto Mose". I risparmi potrebbero arrivare dai costi delle opere a finire, come pure i costi annuali di gestione del Consorzio Venezia. Il consorzio è anche pronto a sostenere con il Ministero una "due diligence" sui costi dell’opera, per controllare che in passato non siano stati gonfiati. Fabris era stato nominato presidente del consorzio nel luglio 2013. Commentando le ultime inchieste della magistratura, Fabris ha precisato in una intervista al Sole 24 Ore che "fin dal primo momento in cui, la scorsa estate, la nuova governance del Consorzio Venezia Nuova si è insediata, producendo la necessaria discontinuità con il passato, ci siamo posti il problema di un profondo rinnoSvamento, con il nuovo direttivo che ha dato ampio mandato al nuovo direttore Hermes Redi di procedere a una complessiva riorganizzazione del Consorzio".