Home News Musulmani europei: domani in anteprima il documentario sulla RAI

Presente e futuro

Musulmani europei: domani in anteprima il documentario sulla RAI

35
119

Sarà l’Europa attraversata da un pacifico islam europeo o avremo un’Europa islamizzata? A questi interrogativi cerca di dare risposte il documentario Musulmani Europei che andrà in onda martedì 23 agosto su Rai Uno.

Il documentario con la regia di Luca De Mata, vanta la supervisione del marocchino Mustaphà Mansouri, membro del Comitato per l’Islam in Italia presso il Ministero dell’ InternoUn’inchiesta realizzata attraverso decine e decine di testimonianze raccolte in tutta l’Europa. Forse questo è il primo e più complesso tentativo mediatico in Europa di dare sintesi a tante diversità di opinioni.

Corpo centrale dell’inchiesta è la questione della convivenza, della comprensione, della tolleranza, della libertà, della democrazia, della reciprocità dei diritti, della centralità della persona e dell’integrazione. E' un tema che riguarda tutti, non per pregiudizi di contrasto culturale, quanto per una reale e concreta paura della diversità, del non conosciuto futuro di tutti noi.

La domanda che viene posta è: è possibile vivere il contatto con l’Islam percependolo come una grande opportunità per riscoprire valori forti quali solidarietà, preghiera, spiritualità e non intolleranza, quando non estremismo terroristico? L’attualità di questo documentario, così come i quesiti che sono stati qui menzionati possono sicuramente contribuire a formare un’opinione pubblica consapevole su temi spesso dibattuti in maniera superficiale.

La messa in onda di un documentario del genere è importante anche per comprendere il contesto nel quale andrà ad intervenire la recente legge, approvata in commissione affari costituzionali della Camera, inerente il divieto dell’utilizzo del Burka e del Niqab lo scorso 8 agosto.

L’Italia, quindi si appresta a percorre la strada già intrapresa, lo scorso aprile, dalla Francia che ha promulgato una normativa analoga suscitando polemiche sia per una scarsa conoscenza delle reali motivazioni del provvedimento sia per l’assenza di un quadro analitico della presenza musulmana nelle capitali europee.

Per la delicatezza dell’argomento trattato, sul quale ci riserviamo di pubblicare ulteriori approfondimenti, vi lasciamo il seguente interrogativo: perché un documentario che tratta tematiche così importanti viene trasmesso dal servizio pubblico in terza serata anziché in prima?

  •  
  •  

35 COMMENTS

  1. Sono pienamente d’accordo
    Sono pienamente d’accordo sulla scelta dell’orario, decisamente sbagliata per un argomento così interessante

  2. Finalmente qualcuno che ha
    Finalmente qualcuno che ha il coraggio di affrontare un tema così delicato.
    Complimenti.
    Sono molto curiosa di vedere questa inchiesta.

  3. L’islam in Europa è una
    L’islam in Europa è una questione molto attuale.
    Spero che questa trasmissione aiuti a fare chiarezza su alcuni punti marginali dei quali non si parla quasi mai in televisione.

  4. Come mai un documentario
    Come mai un documentario così attuale è sistemato così tardi nel palinsesto? chi lo vedrà?

  5. Burka o non Burka
    Al recente divieto di utilizzo del Burka e del Niqab, mi associo totalmente. qui non si tratta di religione o non religione, si compromette però la sicurezza delle persone. Come si può pensare in un paese come il nostro di andare in giro con il volto totalmente coperto?

  6. Commenterò dopo aver visto
    Commenterò dopo aver visto il programma, dal momento che purtroppo per me io la notte sono sveglio, per la mia salute, non credo sia stata un’idea felice mandare un programma con questo titolo nel cuore della notte in agosto. Grazie della segnalazione

  7. ma quale islam ed islam.
    ma quale islam ed islam. Certo continuamo a farli entrare e fargli fare tempi sik e moschee.
    ma non avete capito che i primi a non volersi integrare sono proprio loro, guardateb comne si chiudono nelle loro comunità e ci guardano quando ci incontrano per la strada!
    Quando faranno quello che dice la legge italiana forse solo allora ci rispetteremo

  8. Penso che in materia
    Penso che in materia finanzaria abbiamo molto da imparare dall’islam.La vera integrazione è quella economia e se usciamo al di fuori delle nostre elucubrazioni mentali che riguardano il preservare i mercarti europei, penso che possa anche essere un’ancora di salvezza. Spero che il programma affronti queste tematiche e spero che, nonostante l’orario, possa essere visto e che sia un veiocolo di informazione volto all’integrazione, al rispetto e alla solidarietà.

  9. mi meraviglia l’ultima riga
    mi meraviglia l’ultima riga dell’articoli in cui si chiede che un prodotto cosi molto importante e ricco di riflessioni si manda in onda in tarda ora, ho visto il documentario e vi assicuro che é un prodotto di alta qualità pieno di testimonianze di alto livello di tutte le religioni di tutta l’europa, é la prima volta che si vede un prodotto cosi in cui tutti cercano di dare il meglio di se per disegnare un futuro di pace e il servizio pubblico che manda in onda un programma di alta qualità e professionalità in un tempo di vacanze se come non li basta lo manda addirittura in tarda serata.
    faccio appello alle coscienze, a coloro chi sognano un futuro pieno di prosperità e di pace di fare leva e pressione affinché un programma di alta qualita e quantità venga messo in onda in modo che le veda il piu alto numero di spettatori.
    a proposito domani la prima puntata parla del burqua e niquab, abbiamo registrato tutti le testimonianze senza sbilanciarci lasciando il giudizio allo spettatore.
    buona visione
    Mansouri Mustapha

  10. Benito, purtoppo non sono
    Benito, purtoppo non sono d’accordo con te. Conosco personalemente molti musulmani che vivono in italia e che hanno il desiderio forte di un’integrazione vera e fondata sull’amicizia, sul volersi bene e sul rispetto delle regole.

  11. Rispondo a Carlotta75. Forse
    Rispondo a Carlotta75. Forse la finanza islamica sarà anche interessante sotto il profilo economico, ma non ci dimentichiamo che l’Islam prevede anche una tassa “non propriamente volontaria” ai fedeli musulmani

  12. Dopo tanti anni di lavoro
    Dopo tanti anni di lavoro tra Marocco; Tunisia, Algeria ed Egitto come fotografo, ho visto con i miei occhi la volontà di integrazione dei popoli e invece l’ostinazione infondata dell’Europa tutta per preservaer un’unità prima di tutto economica piuttosto che culturale

  13. Cara RAI cambia l’orario
    È sbagliato programmare all’UNA DI NOTTE un documentario su una realtà cosi importante anche in Italia. L’orario migliore a mio parere sarebbe la sera.
    Cara RAI fai un sforzo e cambi l’orario. Grazie

  14. d’ccordo con Giannettone. La
    d’ccordo con Giannettone. La separazione avvenuta in Italia tra Stato e Religione è oggi fondamentale in qualsiasi democrazia

  15. Islamizzazione inevitabile
    Parlo della mia esperienza… per quello che mi riguarda il confronto duro sarà inevitabile.
    Me ne accorgo dalle piccole realtà quotidiane nella mia città del nord italia, da episodi che mi capita di osservare continuamente nella vita di tutti i giorni, che sono solo una piccola verità rispetto a quello che succede in Europa…ma che di sicuro sono segnali di incomprensione e che ci dicono che qualcosa di radicale deve avvenire, qualche cambiamento che ci guidi ad una conoscenza reciproca, che ci faccia riflettere e che ci integri l’un con l’altro.

  16. Conosco il regista, ho visto
    Conosco il regista, ho visto diverse sue cose, l’ultimo sull’immigrazione, mi sembra la valigia con lo spago o qualcosa del genere… veramente interessantissimo. è uno che affronta le cose in modo diretto, senza fronzoli. la cosa che mi piace di più delle sue inchieste è che lascia la parola alla gente, da quelli che ricoprono cariche importanti alla gente più comune, fino ad dare spazio a quelli che i problemi li vivono quotidianamente.
    Ne escono sempre inchieste a 360 gradi.
    Sono curiosissimo di vedere questa ultima sua fatica, peraltro molto coraggiosa!
    Grande Luca De Mata

  17. Ultimamente la Rai con il
    Ultimamente la Rai con il palinsesto e l’informazione ci fa un po’ a cazzotti.Quello che non riesco a capire è perchè non si può togliere una puntata di Porta a porta o una puntata in prima serata di qualsiasi varietà annulla-menti, per una inchiesta che forse ci potrebbe aprire molto di più gli occhi sul mondo islamico che nella nostra vita di tutti giorni sembra quasi offuscato

  18. Anche io non sono affatto
    Anche io non sono affatto d’accordo con la scelta dell’orario. Programmi di varietà da due soldi, quiz, e altre cose del genere, decisamente inguardabili, in prima serata, mentre programmi interessanti che possono accrescere il livello culturale della gente e smuovere coscienze, in piena notte.
    Ricordiamoci che la Rai è un servizio pubblico e lo dovrebbe sapere bene chi è ai vertici e prende queste decisioni.

  19. Sempre così
    Seguirò il programma, sono davvero molto, molto curioso. In fondo è sempre così, la Rai mette i suoi programmi più interessanti ad orari impossibili. Guarda a che ora trasmettono la musica classica, se lo fanno puoi star sicuro che è sempre di notte…

  20. bella scelta d’orario
    è uno scandalo che un programma del genere venga trattato come fosse solo “verdura”, un riempitivo per la notte… bah!

  21. Musulmani Europei
    Esprimo meraviglia e disappunto per il fatto che una trasmissione così interessante per l’attualità e la gravità dei problemi che affronta sia trasmessa dal servizio pubblico in orario così infelice.

  22. mi piacciono molto i
    mi piacciono molto i programmi di attualità e sono molto interessato a vedere questo sull’islam. Mi domando solo perchè la rai che è un servizio di informazione pubblica, non trasmetta programmi di questo tipo in prima o seconda serata.

  23. Rai
    Mi chiedo ai responsabili del palinsesto della della rai sporatutto di raiuno di vergonisrsi dello sfreggio che hanno inflitto alla comunità musulmana del cambiamento dell’orario della messa in onda del programma “Musulmani Europei”, prima hanno annunciato l’una di notte e poi l’hanno anticipato a mezzanotte e 40 minuti.
    come comintà musulmana e membro del comitato per l’islam italiano presso il ministero degli interni scrivirò al commissine di vigilanza della rai per chiedere spiegazioni.
    1- perche dell’orario di terza serata in della seprima o al massimo segonda.
    2- perche anunciano la messa in onda a ll’una tramite i mezzi di stampa e l’hanno ainticipato di 20 minuti.
    Essendo un programma che ha accolto le testimonianze di i musulmani di tutta l’europa e essendo un programma gradito non solo ai musulmani perche vi sono temi di dialogo e viccinanza tra le fedi vi annucero che presentero prossimamente una interrogazione parlamentare al ministro delle comunicazioni.
    Mansouri Mustapha Comitato per l’islam italiano e membro dell’associazione dei musulmani moderati in Europa.

  24. La Rai ancora una volta
    La Rai ancora una volta dimostra una viltà senza precedenti mandando in onda in terza serata un programma cosí importante. Ma quando si potrà tornare alla normalità?

  25. TV e cultura
    Che la cultura è diventata trasghedire dalla routine della società che viviamo me ne ero ormai fatto una ragione, ed è forse una conferma che questa “trasgressione” è davvero tale, l’orario in cui la rai manda in onda un programma del genere!
    Perchè non vietarlo ai minori di 95 anni, con un bel bollino rosso!?
    La RAI conferma che la non comunicazione e la non informazione è il migliore strumento, per conservare le persone nel salotto che più conviene a chi comanda.
    Saluti

  26. un vero programma
    Martedì notte abbiamo seguito Musulmani Europei su RAIUNO è triste vedere che trasmissioni di qualità che raccontano il mondo Musulmano vengano nascoste in orari impossibili. Non possiamo che sperare che almeno le prossime puntate annunciate vadano in onda in un orario adeguato ad un programma culturale così onesto verso la nostra comunità.

  27. pace e solidariete
    La trasmissione Musulmani Europei è un’occasione persa dalla Rai. Occasione persa perché dopo aver investito soldi per produrre una ottima inchiesta sul mondo Musulmano in Europa hanno deciso di trasmettere questa inchiesta ad agosto e di notte. A quanto pare noi Musulmani dobbiamo essere nascosti e così si può continuare a dire che siamo terroristi!

  28. islam
    Dopo aver visto la trasmissione Musulmani Europei su RAIUNO, equilibrata ed equidistante, attenta a far comprendere la realtà Musulmana in Europa senza forzature o cedimenti, non possiamo che chiedere al Presidente ed al Direttore Generale della Rai, la televisione pubblica, perché mandare in onda questa inchiesta in piena estate e all’una di notte? Forse i Musulmani Italiani debbono rimanere nascosti, eppure sono la forza lavoro trainante di tante imprese artigianali, industriali ed agricole.

  29. Lega dei Musulmani Europei di Brescia
    Premesso che Musulmani Europei inchiesta che in questo periodo è trasmessa dalla RAI è considerata da noi corretta e puntuale, sottolineiamo con forza che poteva essere un primo passo importante per ridurre le distanze culturali e di informazione sulle complessità che animano la grande Communirà Musulmana in Italia ed in Europa. Purtroppo l’incredibile e punitivo orario in cui questa inchiesta è stata relegata ha impedito agli italiani non Musulmani di comprendere meglio la nostra realtà e a noi Musulmani , in un momento in cui più forte si sentono le spinte razziste, di poterci far conoscere e superare nei nostri confronti preconcetti e luoghi comuni.

  30. Ho visto il programma e sono
    Ho visto il programma e sono stata molto colpita da come è stato affrontato il tema “Islam”.
    Come prima cosa mi è piaciuto il montaggio, ma anche le riprese e la grafica, ho trovato il tutto molto originale, è vero fuori dagli schemi, ma di forte impatto emotivo. E poi anche nei contenuti la trasmissione mi è sembrata equilibratissima, lasciando spazio a musulmani “moderati” e musulmani un po meno “moderati”, lasciando così allo spettatore la possibilità di farsi una propria opinione su questa religione tanto discussa, ma in realtà molto poco conosciuta. Sono curiosa di vedere le altre puntate.
    Il mio unico disappunto è sull’orario, per vederlo fino alla fine, anche se rapita dalle immagini, ho dovuto faticare non poco per rimanere sveglia!
    Potete trasmetterlo un po prima? Magari fare delle repliche in prima serata?
    grazie e complimenti ancora
    Giada

  31. documentario molto bel fatto
    documentario molto bel fatto come pochi se ne vedono di questo periodo!
    La rai potrebbe, con queste inchieste di alta qualità, essere rivalutata, l’unica cosa è che non può trasmetterle a quell’ora, dovrebbe anticiparle almeno in seconda serata, per permettere a molta più gente di fruire di un programma di attualità di questi livelli!!!

  32. seconda serata?
    Ho seguito la prima puntata di “Musulmani Europei” e mi sono appassionata moltissimo al dibattito e agli scenari che dischiude il programma.
    Ho sentito dire che la trasmissione, invece che in tardo orario, è stata anticipata in seconda serata (alle 23.00), al mercoledì.
    Qualcuno può darmi conferma?
    Grazie !!!

  33. trovato! RAI1: “MUSULMANI EUROPEI” CAMBIA GIORNO E ORARIO
    RAI1: “MUSULMANI EUROPEI” CAMBIA GIORNO E ORARIO
    “Musulmani Europei”, l’apprezzata inchiesta di Rai1 sull’Islam in Europa, cambia orario e giorno di messa in onda e sarà trasmesso in seconda serata, da mercoledì 31 agosto, per le rimanenti tre puntate.
    L’inchiesta di Luca De Mata (con la consulenza di Monsignor Nicola Bux e di Mustafà Mansouri) affronta il tema, quanto mai attuale e rilevante, della presenza islamica nel nostro continente dando voce alle testimonianze e alle storie, dalla realtà variegata e multiforme, del mondo musulmano in Europa.
    Forse, il primo e più complesso tentativo mediatico di dare sintesi a tante diversità di opinioni in un’inchiesta costruita insieme da cristiani e musulmani.
    Il programma, è uno strumento ed uno stimolo di riflessione utile al complesso processo d’integrazione, presupposto irrinunciabile per le democrazie europee e per il futuro scenario globale.

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here